Seguici

Calcio Lecco 1912

Calcio Lecco: intervista a Renato Favretto autore del libro su Vinicio Facca

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

“Quando i friulani giocavano in serie A, storia di Vinicio Faccia calciatore degli anni sessanta”.

Questo è il titolo del libro, che verrà presentato domani ad Azzano Decimo in provincia di Pordenone, pensato e scritto da Renato Favretto,  un tecnico nel settore della stampa con l’hobby della scrittura e della ricerca storica nel mondo del calcio. Da sempre impegnato nel volontariato e nella politica, nel 2008 è stato insignito del titolo di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana.

L’evento si svolgerà in occasione del 50° anniversario del Gruppo Sportivo Condor di Azzano Decimo. Ospite d’eccezione Bruno Pizzul.

Ma perchè un libro dedicato a Facca e perchè ne parliamo su questa testata? Facca è stato uno dei protagonisti delle migliori stagioni ( anni 60 ) del Lecco, con cui ha disputato tra campionati di Serie A per complessive 74 presenze in massima serie, e cinque di Serie B, per complessive 151 presenze ed una rete fra i cadetti, conquistando una promozione in massima serie nella stagione 1965-1966.

La sua carriera è terminata il 5 giugno 1968 a soli 29 anni, quando durante una partita giocata a Verona è rimasto coinvolto in un episodio di violenza negli stadi (fu colpito da una scheggia di vetro staccatasi da una bottiglia lanciata dagli spalti e frantumatasi su un’inferriata) che gli ha provocato una lesione irreparabile ad un occhio.

“Mi ha incuriosito la storia umana di Vinicio Facca, al di la dell’episodio che lo ha colpito. Una vicenda umana che rappresenta una persona semplice ed umana che lo contraddistinto per tutta la vita. Al momento della sua scomparsa ho proposto alla sua famiglia di fare qualcosa che lo ricordasse e lo descrivesse. Ad Azzano Decimo dove inizio a giocare a calcio, a Pordenone e a Lecco sono le città che Facca in ha giocato e dove tutti lo ricordano, lasciando la sua immagine indelebile nel tempo. Un difensore roccioso e forte, ma leale e corretto nei confronti di tutti. Durante le ricerche per scrivere questo libro ho scoperto queste sue caratteriistiche, per un calcio di altri tempi che oggi non si vede più”.

Clicca per ascoltare l’intervista

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912