Seguici

Calcio Lecco 1912

Calcio Lecco, Martinelli: “Partita decisa dagli episodi” <br/> Mauri: “Abbiamo sofferto il loro non-gioco”

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Per il Lecco serve archiviare al più presto la partita di domenica scorsa contro il Legnago. Per farlo serve abbassare la testa e lavorare intensamente tutta la settimana per preparare al meglio la prossima partita che non sarà delle più facili visto che si dovrà affrontare il Pro Piacenza in trasferta.

Preoccupano le condizioni di Di Ceglie che oggi farà la risonanza magnetica al ginocchio destro. Aldeghi ha avuto un blocco al ginocchio sinistro e potrebbe trattarsi una piccola lesione al menisco.

Martinelli come ha visto il Lecco contro il Legnago? “Sicuramente, rispetto alle partite precedenti abbiamo fatto un passo indietro, anche se è stato un match fatto di episodi perchè se fossimo passati in vantaggio noi la partita sarebbe cambiata”.

“In una stagione è difficile giocare bene tutte le partite, domenica la prestazione magari non è stata convincente, ma il pareggio ci poteva stare, non sarebbe stato uno scandalo”.

Clicca per vedere le interviste

A caldo cosa vi ha detto il Mister? “Domenica non c’era niente da dire visto che eravamo tutti amareggiati. Oggi penso che ne parleremo e vedremo di capire cosa è successo”.

Lei e Aldegani ogni domenica siete in ballottaggio, come la vede? “Ce la giochiamo, ci prepariamo duramente in settimana e poi decide il Mister. Dopo un certo periodo di adattamento adesso ho assimilato cosa vuole il Mister e mi sento pronto”.

Cosa le manca per far sì che Mister Butti la schieri fin dal primo minuto? “Io penso di star bene e penso di poter giocare, anche se per il momento a metà campo siamo in tanti è sempre il Mister a decidere chi è più pronto o meno. E’ anche vero che ho bisogno di più continuità per entrare nel pieno della forma e ritmo”.

Mauri perchè i cosiddetti giocatori d’esperienza a Legnago non avete fatto bene? “Non abbiamo fatto la prestazione che dovevamo fare, soprattutto dopo le precedenti partite. Una match complicata, un campo brutto, una squadra ostica che non ci faceva giocare a calcio. Forse eravamo anche un pò stanchi, magari a causa della partita di domenica contro la Pro Sesto dobbiamo abbiamo speso tanto. Loro giocavano con palle lunghe, facevano la guerra e non ce l’aspettavamo proprio così”.

Le partite in cui non giocate al massimo non riuscite a portare a casa risultati positivi: “Sono partite fatte di episodi, in cui se vanno dentro i tiri di Capogna e Di Ceglie la storia cambia. Poi ci sono le distrazioni in difesa, soprattutto su calci da fermo, cose che non siamo riusciti ancora a sistemare. Adesso dobbiamo archiviare questa partita e pensare già alla partita di domenica. Ho sentito dire che la Pro Piacenza è una squadra forte fisicamente, gioca bene a calcio, vedremo. E’ inutile dirlo sarà una partita difficile, ma noi andremo a fare il risultato. E’ difficile mantenere lo stesso ritmo per tutte le partite e poi ci sono anche gli avversari”.

Forse vi manca un pò di personalità? “Ci sono tante chiavi di lettura, comunque penso che il Lecco non sia in difetto di personalità, il problema e che dobbiamo dimostrarlo un pò di più”.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912