Seguici

Calcio Lecco 1912

Calcio Lecco, Butti: “Abbiamo lavorato molto bene”<br/>Gritti: “Contro il Mapello sar&agrave una guerra”

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

Domenica una partita importante attende il Lecco, che in casa affronterà il MapelloBonate, formazione insidiosa e da non prendere sottogamba.

Per i Blucelesti è giunto il momento di dimostrare di essere grandi con le formazioni minori, perché se da un lato il Lecco ha sciorinato delle buone prestazioni con le formazioni importanti, dall’altro non è stato proprio così impeccabile contro le squadre di media e bassa classifica.
Ormai siamo giunti ad un terzo del campionato e non è più il momento di perdere punti per strada, anzi bisogna pensare che ve ne sono molti da recuperare.

In una giornata uggiosa e piovosa come quella di oggi, ecco arrivare alla spicciolata al “Rigamonti-Ceppi” i giocatori e Mister Butti per l’allenamento di rifinitura.

Mister Butti domenica le mancheranno molti giocatori? “Sì in effetti oltre ai soliti noti, Redaelli, Romeo, Cardinio, si è aggiunto anche Rigamonti ed in più gli squalificati Capogna e Di Ceglie. Il problema sarà trovare la quadra sugli under da mettere in campo e le eventuali sostituzioni”.

Come è andata la settimana post Piacenza? “Bene, molto bene abbiamo lavorato duramente. Una buona settimana a parte il tempo inclemente che non ci ha permesso di lavorare più di tanto. Comunque ci sentiamo pronti per Mapello”.

Cosa dice di Romano e Locatelli visionati dalla giovanili del Novara? “E’ una bella cosa che i nostri giovani vengano apprezzati da formazioni professionistiche. Quello di valorizzare i nostri giovani è uno dei nostri obiettivi, anche se adesso quello che conta di più è la partita di domenica.

Parlando appunto della partita di domenica, come vede il Mapello? “Il Mapello è una buonissima squadra che ama giocare al calcio, che spinge con gli esterni e stare in attacco, dovremo stare attenti. In questo campionato non c’è una squadra materasso ed è anche giunto il momento di raccogliere punti e non solo elogi. Vincere domenica scorsa contro il Pro Piacenza sarebbe stata importante per questo. Senza certi arbitraggi potremmo avere sei sette punti in più, ma concretamente non li abbiamo.

Della partita sarà sicuramente Gritti, che si è così espresso: “Il Mapello è una squadra tignosa e scorbutica da affrontare, così come lo sono tutte le formazioni bergamasche che fanno della tenacia e combattività i loro tratti caratteristici. Poi se a questo aggiungiamo le diverse assenze a vario titolo sarà ancor più dura”.

Saranno dieci giorni intensi in cui di mezzo c’è anche la Coppa Italia: “Saranno un banco di prova importante che ci potranno dire che pasta siamo fatti e che aspirazioni abbiamo. Non possiamo distrarci e pensare solo ad una partita importante come la Coppa. Personalmente quando scendo in campo non riuscirei a risparmiarmi, anche perché questa settimana abbiamo lavorato tanto per la partita di domenica. Certo che passare il turno contro l’Inveruno sarebbe un bel traguardo anche perché così in alto in Coppa Italia non ci sono mai arrivato”.

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912