Seguici

Calcio Lecco 1912

Calcio, Lecco-Inveruno: capitolo secondo

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Un grande diluvio si è abbattuto sul Rigamonti-Ceppi la sera del 20 Novembre scorso, quando l’Inveruno fece visita alla compagine BluCeleste nel match valevole per gli Ottavi di Finale della Coppa Italia Serie D. Il Lecco sembrava puntare molto su questa sfida, vista la golosità  del bottino in palio, ma l’esito fu alquanto disastroso, a causa soprattutto di scelte tecniche errate: la squadra di Mister Butti uscì con le ossa rotte dal match, terminato con un sonoro 5 a 1 in favore della squadra ospite. In questa occasione si misero in particolare evidenza, tra le fila dell’Inveruno, il centrocampista Lazzaro, giocatore di sostanza e buona tecnica, e il dinamico centravanti Sarr, vera e propria spina del fianco per la difesa lecchese, grazie alla sua notevole velocità .

Quella con l’Inveruno fu anche l’ultima panchina BluCeleste per Butti, dimessosi in seguito alla brutta umiliazione rimediata. Da allora a guidare capitan Castagna e compagni è intervenuto Ratti, ma i risultati ottenuti fin qui non sono affatto idilliaci. Nell’ultimo turno di campionato, il Lecco non è andato oltre al 2 a 2, per giunta in rimonta, sul campo del fanalino di coda Alzano Cene.

L’impegno di domenica appare più arduo, contro la squadra gialloblù che occupa, a sorpresa, la seconda posizione in classifica, sebbene sia a pari punti con altri 4 club, a quota 26 punti, ben 8 più del Lecco, che galleggia placido all’incirca a metà classifica.

Oltre ai calciatori prima citati, attenzione anche a Jonathan Broggini, attaccante classe ’85, punto di riferimento della formazione milanese, assente nella gara di poche settimane fa. Questi può vantare nel proprio curriculum un passato nella primavera del Varese. Dopo il fallimento del club, Broggini è ripartito dalla Terza Categoria, con i Boys Soccer di Sumirago, vincendo i campionati di Terza, Seconda e Prima Categoria. In seguito, l’attaccante è passato alla Sommese, in Promozione, e anche qui vinse il campionato, arrivando così in Eccellenza. Complice il passaggio del presidente della Sommese all’Inveruno, Broggini ha seguito lo stesso percorso, e l’anno scorso ha vinto il campionato di Eccellenza, che ha garantito al club il pass per la Serie D. Numeri spaventosi per il forte centravanti ex Varese, che ha trascinato la sua squadra a questo grande traguardo siglando la bellezza di 34 reti, con una media superiore a un gol a partita.

Non è da escludere che il digiuno di vittorie del Lecco, che perdura dalla sfida casalinga col Mapello di un mesetto fa, potrebbe forse interrompersi in questo turno di campionato: sebbene sulla carta il Lecco sembri partire sfavorito, il desiderio di vendicare i 5 schiaffi ricevuti in Coppa Italia può essere uno stimolo in più per gli uomini di Ratti, intenzionati a porre fine a questo periodo di risultati poco soddisfacenti. La speranza per domenica è che non si replichi più un naufragio, in tutti i sensi del termine, simile a quello del match di Coppa, ma che la truppa BluCeleste lotti con grinta per portare a casa i 3 punti e per allontanarsi dal triste gorgo delle ultime della classe che, a causa dei pochi punti raccolti, rischia sempre di più, inesorabilmente, di risucchiare al proprio interno il Lecco.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912