Seguici

Blucelesti forever

Blucelesti Forever: Josè Maria La Cagnina

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Quando si parla di giocatori-guerrieri passati dal “Rigamonti-Ceppi” con la maglia della Calcio Lecco 1912, certamente non si può non annoverare il nome di Josè Maria La Cagnina.

Ovunque sia andato, infatti, il nativo comasco ha lasciato di sè la stessa immagine: uomo prima che giocatore, sempre pronto a dare una mano alla squadra prima di pensare a sè stesso. Nella sua carriera, infatti, ha ricoperto tutti, e non è un modo di dire, i ruoli del campo, portiere escluso. Dopo gli inizi tra i professionisti con la Biellese, Josè ha mosso passi importanti con la maglia del Pavia grazie ai 48 gol in quattro anni, che tutt’ora gli valgono una posizione di prestigio nella classifica dei marcatori all-time della formazione azzurra. Da qui il salto nella Cremonese, “abbandonata” due anni dopo, tra i rimpianti dei tifosi, per tornare nel suo El Dorado pavese. Nel 2006-2007 arriva sulla sponda giusta del Lago che ben conosce, voluto da Sannino per rafforzare il suo attacco. Qui fatica ad incidere nel girone d’andata, un po’ come tutti i suoi compagni. Nel girone di ritorno, complici gli arrivi di SavoldiBarbieri, fatica maggiormente a trovare spazio, ma si conquista il cuore dei suoi tifosi grazie a due gol che segnano la cavalcata verso la C1: il 15 aprile 2007 subentra dalla panchina e confeziona, insieme a Thomas Cortese, la rimonta ai danni della Torres (2-1, ndr), ma l’incornata decisiva al 92′ sul campo della Nuorese della settimana successiva fa vibrare tutt’ora i cuori blucelesti.
Il finale di stagione è un’apoteosi: dopo aver chiuso il campionato dietro al Legnano, infatti, il Lecco riesce a tornare in terza serie grazie alle vittorie contro BassanoPergocrema nei playoff di categoria. E’ la chiusura di un ciclo quinquennale iniziato con il fallimento del 2002 e il ritorno in Eccellenza.
La stagione 07-08 non è decisamente così brillante, vista la retrocessione nei playoff a Pagani, ma il gol al 91′ nella partita d’andata regala più di una speranza a squadra e sostenitori in vista del match di ritorno.
Dopo questa esperienza (il Lecco venne poi ripescato in C1, ndr), La Cagnina fa un doppio passo all’indietro, ripartendo dai dilettanti del Voghera, prima di trasferirsi al Crociati Noceto e riconquistarsi sul campo il professionismo. Chiusa l’esperienza nocentina, Josè riparte dal Real Vicenza, oggi importante realtà in Prima Divisione, ma nel 2011-2012 ancora militante in Eccellenza. Le esperienze con CarpenedoloGiorgione (Serie D) e Treviso (Promozione) non gli saziano ancora oggi la voglia di calcio giocato, nè quella di insegnarlo.

In bocca al lupo, Josè!

[hana-flv-player video=”http://www.leccochannel.tv/podcast/blucelesti_forever/lacagnina_03112014.MP3″ width=”400″ description=”” player=”5″ autoload=”true” autoplay=”true” loop=”false” autorewind=”true” splashimage=”https://www.leccochannelnews.it/lcn/wp-content/uploads/2014/11/la-cagnina.jpg” /]

 

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Blucelesti forever