Seguici

Calcio Lecco 1912

Calcio Lecco, Cotroneo: “Pareggio giusto, peccato per l’ingenuità sul gol”

  • Avatar
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

Una partita che lascia l’amaro in bocca al Lecco, soprattutto guardando quelli del Seregno esultare per il pareggio ottenuto per il rotto della cuffia. Il Seregno merita di occupare il primo posto in classifica, ma oggi il Lecco ha dimostrato di giocarsela alla pari ed anzi ha adottato una tattica ed uno stile di gioco che ha messo in difficoltà gli ospiti.

I ragazzi di Mister Cotroneo hanno giocato in maniera intelligente, aggredendo “le caviglie” degli avversari e spaventandoli quando andavano in attacco. Peccato per la disattenzione sul gol di Marzeglia, senza la quale gli ospiti avrebbero trovato serie difficoltà a trovare il pareggio.

Forse, dopo l’espulsione di Marzeglia, Mister Cotroneo avrebbe dovuto osare di più, magari con Rigamonti o Romano per costringere il Seregno ad arretrare, mettendo in apprensione una squadra che già lo era tute le volte che i Blucelesti si avvicinano alla loro porta. Peccato per l’infortunio di Capogna, che ha impedito al tecnico calabrese di inserire un ulteriore giocatore offensivo.

A Mister Sassarini che ha detto che hanno gicoato solo loro, il Mister Bluceleste risponde così? “Primo tempo meglio loro, secondo meglio noi. Sul gol di Marzeglia sono stati bravi a fare il blocco ed io avevo fatto vedere ai miei proprio questo schema due ore prima del match”.

“Nel secondo tempo – prosegue Cotroneo –  abbiamo giocato di più la palla perchè anche loro ce l’hanno permesso. A volte a me a volte fa anche comodo Frattini che lancia su Capogna. Per me Capogna è un giocatore che mi permette di giocare come voglio io ed io sono convinto che una buona squadra è quella che fa pochi passaggi e va in porta”.

“Adesso – conclude Mister Cotroneo – dobbiamo pensare alla prossima in casa contro la Pro Sesto e li sarà una partita molto, ma molto difficile, perchè loro arriveranno qui per difendersi e sarà dura”.

Poi è il turno di Bugno autore del cross per il gol di Capogna: “Il gol è tutto merito di Capogna, io ho solo messo la palla in mezzo. E’ stata una bella partita per entrambe le squadre, magari un pò nervosa ma match così è normale. Per me è stato un buon punto, adesso dobbiamo guardare subito alla Pro Sesto che sarà dura.

Infine Buonocunto al quale chiediamo punto guadagnato e tre punti persi? “Resta un pò di amarezza per il fatto che loro ci hanno raggiunto, anche se è stata una bella partita. Prendere gol su palla inattiva dà fastidio, ma c’è anche la loro bravura che non a caso è prima in classifica”.

Anche il patron del Lecco Daniele Bizzozero vuol dire la sua sul match: “Il parapiglia finale è partito tutto dal vice allenatore del Seregno, il quale ci ha accusato che in settimana, nel pre-partita, abbiamo parlato un po’ troppo. Il dato di fatto finale è che oggi c’erano di fronte due belle e importanti squadre e realtà di questo girone. L’unica cosa che ribadisco è che Lecco è casa nostra e qui comandiamo noi. Purtroppo continuiamo a prender gol di testa e su questo dobbiamo lavorare ancora molto”.

Quando si era in 10 contro 11 non si poteva osare di più? “Innanzitutto Capogna aveva chiesto di uscire perchè era sfiancato. Peccato perchè potevamo portarla a casa con un 1 a 0”.

Infine un Mister del Seregno Davide Sassarini un po’ troppo arrogante e troppo sicuro della sua squadra, anche in considerazione del fatto che il campionato è ancora molto lungo e la vittoria non se l’è ancora assicurata nessuno: “Nel secondo tempo eravamo un po’ affaticati, anche se abbiamo tenuto la palla per tutta la partita. C’è il rammarico per non aver fatto di più perchè quando eravamo sotto di un gol siamo stati bravi a pareggiare subito. Siamo venuti a Lecco per palleggiare, senza cercare obbaligatoriamente di vincere e ci andava bene così e così è stato.”

Quanto è lungo questo campionato? “Non è lungo, ma lunghissimo, bisogna stare calmi gestire domenica per domenica. Abbiamo commesso due ingenuità su due ripartenze del Lecco e le abbiamo pagate caro. Contro il Lecco mi sarebbe piaciuto giocarcela alla domenica ed avere così sette giorni interi per prepararci, però il calendario è questo”.

[hana-flv-player video=”http://www.leccochannel.tv/DB_VIDEO/VIDEO_CALCIO/2014_2015/gara_11_interviste.mp4″ width=”400″ description=”” player=”5″ autoload=”true” autoplay=”true” loop=”false” autorewind=”true” /]

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912