Seguici

Blucelesti forever

Blucelesti Forever – Filippo Fabbro

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Quando si tratta di calcio, in cui la componente emozionale è pari se non superiore a quella tecnico-tattica, passare dall’anonimato alla gloria è questione di qualche attimo.
Se di mestiere fai l’attaccante, oltretutto, passare dalle stelle alle stalle e viceversa è un percorso che si compie con regolarità e precisione quasi svizzera.
Filippo Fabbro, ad esempio, approdò nel Lecco ferito dalla retrocessione in Seconda Divisione negli ultimi giorni dell’agosto 2010, dopo una carriera da onesto bomber di provincia con le maglie di ManzaneseSacileseEurotezze ed Este, con cui esplose segnando 26 reti in 36 gare.
Il tempo d’indossare i colori blucelesti e di scendere in campo che, il 5 settembre 2010, bastò una punizione dal limite per iniziare a instaurare un legame con i suoi tifosi: un tiro forte e preciso, la palla che tocca la rete e la prima gioia in quello che diventerà lo stadio che gli regalerà le maggiori emozioni della carriera.
I primi 6 mesi di Fabbro furono pressochè perfetti: tra settembre e dicembre trascinò i blucelesti fino al -1 dalla capolista Tritium, ma il magic moment finì per lui e il gruppo, che entrò in una crisi senza fine e mancò l’accesso ai playoff. La stagione si chiuse comunque con 13 marcature in campionato, un bottino di tutto rispetto per un debuttante.
La delusione fu comunque forte per i tifosi e per lui, con il serio rischio di non poter continuare insieme l’avventura: la Spal, comproprietaria del cartellino, non lesinò ostruzionismi per tenerselo, costringendo il Lecco a pagare a peso d’oro la seconda metà.
La stagione 2011-2013 si aprì con i migliori auspici: gruppo rinnovato, panchina affidata a un giovane emergente come Del Piano (affiancato da Alfredo Magni) e peso offensivo da suddividere con una vecchia volpe come Gianluca Temelin.
Il campionato raccontò una storia diversa, perchè il rapporto con i due allenatori non fu mai positivo e i risultati non arrivarono, finchè si arrivò al cambio di guida tecnica, con l’approdo di Maurizio Pellegrino sulle sponde del lago.
Sotto la sua guida le cose inizialmente migliorarono e, il 9 novembre 2011, Fabbro visse la sua giornata più splendente con la maglia del Lecco: con due gol sotto la Curva Nord, conditi da due assist al bacio del “Teme”, trascinò i blucelesti alla vittoria nel derby contro i cuginastri del Como, abbattuti da un contropiede letale al 93′. Fu fondamentalmente l’unico sprazzo di gloria in una stagione buia, che lo vide maggiormente ai margini della squadra da febbraio in poi, con l’arrivo di Modica sulla panchina e il definitivo passaggio al 4-3-3.
Il tecnico siciliano gli preferì Temelin come punta centrale, relegandolo spesso e volentieri alla fredda condizione di riserva di lusso.
Il 23 maggio 2012, inoltre, Festa a Mantova gli respinse il rigore che poteva dare il via a un’altra epica rimonta nei playout, impresa già riuscita durante la stagione regolare contro gli stessi virgiliani.
Quel pallone chiuse virtualmente il suo rapporto con il Lecco, con la retrocessione che lo costrinse ad accasarsi al Fano, prima del trasferimento a gennaio presso il Castiglione.
Chiusa l’avventura nel professionismo, tornò alla Sacilese (Serie D), mentre nell’ultima estate ha deciso di dividersi tra calcio e lavoro firmando con il CjarlinsMuzane (Eccellenza, già 14 gol).
Quel che non smette d’impressionare è lo scorrere la sua bacheca di Facebook e trovare ancora oggi pensieri dedicatigli dai tifosi del Lecco, che, dopo quel gol in un caldo derby di novembre, se lo porteranno dentro come un “Bluceleste Forever”.

[hana-flv-player video=”http://www.leccochannel.tv/podcast/blucelesti_forever/fabbro_22122014.mp4″ width=”400″ description=”” player=”5″ autoload=”true” autoplay=”true” loop=”false” autorewind=”true” splashimage=”https://www.leccochannelnews.it/lcn/wp-content/uploads/2014/11/lecco-como-fabbro.jpg” /]

 

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Blucelesti forever