Seguici

Calcio Lecco 1912

Inveruno – Lecco: le video interviste dopo partita

Cotroneo e Tignonsini
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 6 minuti

La sala stampa del comunale di Inveruno vede solo sorrisi a tutto volto, in casa bluceleste. E ci mancherebbe. A memoria d’uomo ci ricordiamo un 5 a 0 a Monza, ma non un 6 a 0 esterno del Lecco… Roba da statistici, insomma. Fabio Cardinio, però, al di là del punteggio tennistico, è chiaro: «Siamo stati tutti bravi, non solo noi attaccanti. D’altronde oggi c’eravamo come domenica scorsa con la Caratese. Avevamo voglia di fare la striscia positiva. E poi tutto è andato per il verso giusto. Sono contento anche personalmente visto che ho segnato una doppietta il giorno prima del mio compleanno». Obiettivo a breve termine: il Sondrio. «Dobbiamo continuare così anche domenica perché ci meritiamo altre soddisfazioni. Non c’è stata una vera svolta rispetto alle giornate in cui perdevamo. Siamo entrati con la stessa voglia e la stessa determinazione di domenica scorsa, tutto qui. Poi, avendo trovato subito il gol, siamo riusciti a continuare bene».
Crisi finita? «Dispiace averla iniziata – conclude Cardinio – Avremmo sempre voluto fare risultato, ma peccato per quelle quattro partite a vuoto, un pari e tre sconfitte. Tutto sommato, però, ci stiamo riprendendo e lo stiamo dimostrando da domenica scorsa. Oggi è stata una grandissima prestazione».
Alessio Bugno sorride per il suo gol. L’ultimo l’aveva segnato contro il Pontisola l’anno scorso ed era valso un punto in trasferta (1-1). Il ritorno al gol (di testa) di ieri è valso una goleada: «La nostra è stata una bellissima prestazione, ma non abbiamo nemmeno il tempo di esultare perché domenica arriva già il Sondrio. Come si spiega il 6 a 0? Con il ritrovato spirito di squadra, anche se non si era mai perso, e il momento buono, in cui ci gira bene. Durante il torneo la ruota gira e dopo un momento di appannamento ne arriva uno così. Gli alti e bassi ci stanno, ma sembrerebbe che siamo sulla retta via… Bisogna continuare così… ».
Mister Rocco Cotroneo è il più pacato: «Quando entriamo con la mentalità giusta è difficile batterci. Semplicemente, in queste settimane ci siamo guardati negli occhi. Ma abbiamo perso un mese, io per primo. Ora stiamo riprendendo e speriamo di tenere botta anche perché domenica c’è il Sondrio. Gli altri non mollano nulla ma ora la squadra è tornata quella di un mese fa. Se poi riesci ad andare in vantaggio subito, ti riesce tutto meglio». C’è una vena di rimpianto nelle parole dell’allenatore del Lecco: «Siamo tornati quelli di prima della crisi, ma dobbiamo continuare così perché perdere un mese come abbiamo fatto noi, si paga molto caro…».

Non scordiamo che l’Inveruno è una squadra di rispetto che aveva saputo darci quattro gol in campionato. Volevamo cercare di fare Redaelli esterno ma Bugno sa fare anche in centrale, ma è chiaro che se lo metti in difesa non c’è più la sua spinta, MMa è la mentalità che è tornata.

Il primo 6 a 0 . Mai avuto squadre che hanno fatto un sei a zero di questo genere. Ma è incoraggiante che il Lecco non prende gol da due domeniche. Ho visto una squaadra con un atteggiamento da grande squadra. Sempre presenti, mai mollato, azioni tutti di prima e alla fine il 6 a 0 avrebbe dovuto essere anche più tondo. Grazie al mister che ci ha riportati a sentire il gusto della vittoria
È stato un calo mentale che ci ha condizionati anche fisicamente. Eravamo bloccati anche fisicamente. Analizzando le partite fatte, forse l’unica veramente brutta è stata quella contro il Ciserano, ma per il resto non avremmo meritato tutte queste sconfitte consecutive. Forse era calata un po’ di tensione. Oggi si sono rimessi in carreggiata. Domenica non faceva testo, anceh se è stata una partita importante, ma questo sì, era un test importante. La squadra si è ricompattata e ora ho una squadra di guerrieri come volevo io.

Mister Rocco Cotroneo, poi, : «A Mapello siamo andati in . Quando entriamo con la mentalità giusta che abbiamo ritrovato in fretta, ci siamo guardati negli occhi. Ma abbiamo perso un mese, io per primo. Ora stiamo riprendendo e speriamo di tenere botta anche perché domenica d’è il Sondrio. Gli altri non mollano nulla ma ora la squadra è tornata quella di un mese fa. Se poi riesci ad andare in vantaggio subito, ti riesce tutto meglio. Non scordiamo che l’Inveruno è una squadra di rispetto che aveva saputo darci quattro gol in campionato. Volevamo cercare di fare Redaelli esterno ma Bugno sa fare anche in centrale, ma è chiaro che se lo metti in difesa non c’è più la sua spinta, MMa è la mentalità che è tornata. Siamo tornati quelli di prima ma dobbiamo continuare perché perdere un mese ».

[hana-flv-player video=”http://www.leccochannel.tv/DB_VIDEO/VIDEO_CALCIO/2014_2015/gara_21_interviste.mp4″ width=”400″ description=”” player=”5″ autoload=”true” autoplay=”true” loop=”false” autorewind=”true” /]

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912