Seguici

Calcio Lecco 1912

Calcio Lecco, Bandini: “Felice di diventare ‘grande’ in una piazza così”

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

Dopo tre vittorie consecutive con 11 reti all’attivo e zero subite, il morale della truppa di mister Cotroneo è alle stelle. Il dilemma per il Lecco è se la pausa, prevista per domenica 1 febbraio, arrivi al momento giusto, rischiando di bloccare questo momento positivo, oppure possa dare un momento per tirare il fiato prima della lunga volata per superare il Seregno e riprendere il Castiglione.

“E’ stata una settimana fondamentale per noi – ci spiega Niccolò Pupeschi – dopo il periodo negativo siamo riusciti a fare tre vittorie con risultati rotondi, senza subire reti. E’ tornata un po’ di serenità, che ci dà la carica giusta per proseguire dopo la sosta”.

Adesso è arrivato anche Joelson, che potrebbe creare qualche scompenso: “Come ha detto il mister chiunque arriva è sempre ben accetto, perché davanti non abbiamo tantissime soluzioni e poi se è un giocatore di esperienza, come lui, ci fa sempre comodo. E’ chiaro che anche lui dovrà conquistarsi il posto, così come è da tutte le parti”.

Lei è sempre più utilizzato, magari non dall’inizio, ma mister Cotroneo le dà sempre fiducia: “Si, è vero, anche perché cerco sempre di farmi trovare pronto quando chiama il mister, sia che giochi dall’inizio o subentrando. Con questo non vuol dire che mi accontento, il mio obiettivo è giocare da titolare. Dopo un bell’inizio ho subito un po’ un calo, forse più mentale che fisico, con il punto più basso a Ciserano, coincidente con quello della squadra, senza con ciò cercare alibi. Adesso sto bene, mi sento in forma”.

“La classifica la si guarda anche perché è normale – conclude Pupeschi – senza con questo farci prendere dalla pressione di arrivare subito al primo posto. Ci sono tante difficoltà da affrontare, davanti non mollano, noi dobbiamo scendere in campo sempre con la giusta umiltà”.

Ecco quindi il Presidente Evaristo Beccalossi, che introduce il neo acquisto Simone Bandini: “I due nuovi arrivati, Joelson e Bandini, sono stati obiettivi mirati a cui la Società puntava da tempo e l’abbiamo comunicato solo quando le cose sono andate a buon fine. Il fatto che il Lecco sia cresciuto molto in questi ultimi mesi ci ha favorito nella trattativa”.

Infine è il turno Simone Bandini, 176 cm. per 69 chili, piede destro, ruolo terzino destro, anche se può disimpegnarsi sulla sinistra, di Milano, dove studia presso il liceo scientifico, dieci presenze in campionato primavera con il Chievo campione d’Italia: “Finalmente esco dal mondo delle giovanili per affrontare il calcio degli uomini. Lecco è una piazza molto importante e sono molto contento di esserci arrivato. Non sono altissimo, ma me la cavo bene nello stretto, nell’uno contro uno”.

Come l’hanno convinto a venire a Lecco? “La piazza è già convincente di per sè, storica e conosciuta in tutte le giovanili. Ripeto, qui finalmente chiudo con il settore giovanile per giocare un calcio importante, insomma faccio un passo in avanti. Qui a Lecco conosco Putignano e Di Stefano, con i quali ho condiviso alcune esperienze nelle giovanili tra PaviaInter”.

[hana-flv-player video=”http://www.leccochannel.tv/DB_VIDEO/VIDEO_CALCIO/2014_2015/News-27-01-2015.mp4″ width=”400″ description=”” player=”5″ autoload=”true” autoplay=”true” loop=”false” autorewind=”true” /]

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912