Seguici

Calcio Lecco 1912

Calcio Lecco Cardinio: “Non vediamo l’ora di ritornare in campo”

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

A tutto l’ambiente della Calcio Lecco manca l’approccio e la gara. Infatti sono più di due settimane che a causa del turno di riposo e della gara di Montichiari rimandata che la squadra non scende in campo.

Ecco quindi che i giocatori scalpitano e non vedono l’ora di scendere in campo e giocare la prima partita che sarà domenica prossima 15 febbraio, al Rigamonti Ceppi, contro il Caravaggio.

Tra i primi ad arrivare al centro sportivo comunale del Bione per la consueta sessione di allenamento è Fabio Cardinio. Due settimane di riposo le manca lo spirito della partita vera? “Sicuramente ci manca, è un peccato non aver giocato domenica a Montichiari anche perché eravamo in un peirodo molto positivo e penso che questo stop ci sia servito per darci una carica maggiore per fare i sei punti prima del prossimo sto”.

Più pericoloso Caravaggio o Montichiari? “Sono difficili entrambi con il fattore campo che ci sarà di aiuto contro il Caravaggio. Il Montichiari non ha nulla da perdere e chi gioca in casa contro il Lecco vuol sempre fare bella figura”.

Il suo stato di forma, pronto a rientrare ed essere protagonista? “Sto bene, spero di dare il mio contributo ai compagni per portare a casa queste due vittorie. Poi bisogna essere sempre al top perché la concorrenza in avanti è tanta, anche se durante la stagione qualche calo fisico ci sta e quindi tutti serviamo alla causa”.

Adesso vi aspettano 14 partite pressoché tutte da vincere: “Sappiamo che dobbiamo fare il massimo dei risultati per cercare di agguantare il Castiglione sfruttando il calo che prima o poi tocche3rà anche a loro. Noi ci crediamo molto, abbiamo una struttura societaria, tifosi decisamente migliori rispetto al Castiglione che ci può dare dei vantaggi importanti. Poi se prendiamo singolarmente i giocatori del Lecco e del Castiglione secondo me siamo superiori a loro”.

Poi è il turno di Joelson che scalpita per giocare la sua prima partita col Lecco: “Mi trovo bene, prosegua il mio ambientamento con la squadra e il Mister, sto facendo molta palestra per smaltire un po’ di scorie, ma anche il campo che mi manca molto. Ho delle sensazioni positive, a Lecco ho trovato un ambiente positivo che mi ha accolto molto”.

Secondo lei qual è il reperto in cui il Lecco è più forte? “Sicuramente da metà campo in avanti, anche se tutti i reparti nel loro insieme sono veramente forti. Ci sono dei giocatori nella rosa che potrebbero giocare tranquillamente in LegaPro. Sono giocatori che in Serie D fanno la differenza, così come penso che la stiano facendo. Poi dovermi giocare il posto con loro non può che far bene, mi stimola a far bene, crescere e dare il massimo per ricavarmi un posto, poi il resto lo deciderà il Mister”.

Con il Caravaggio non bisogna dare niente per scontato: “Come con tutte le altre squadre, questa è la Serie D, in cui ci sono squadre che se la giocano fino alla morte e danno il tutto per tutto in tutte le partite, soprattutto se davanti hai un Lecco”.

Che sensazioni ha provato nel sentire ancora di queste ultime inchieste? “Non fa certo piacere, ma per quanto mi riguarda è già tutto archiviato e penso solo a giocare”.

[hana-flv-player video=”http://www.leccochannel.tv/DB_VIDEO/VIDEO_CALCIO/2014_2015/Cardinio_Joelson_10022015.mp4″ width=”400″ description=”” player=”5″ autoload=”true” autoplay=”true” loop=”false” autorewind=”true” /]

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912