Seguici

Blucelesti forever

Blucelesti Forever – Luca Mazzoni

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

La solitudine dei numeri 1, la follia dei numeri 1, la dannazione dei numeri 1. Essere portiere, nel gioco del calcio, è questo e molto di più. Una maglia che regala emozioni dolciamare tutte le volte che viene indossata: tanto è facile venir portato sull’altare, tanto è facile venir trattato come l’ultima ruota del carro.

Deve saperlo bene Luca Mazzoni quanto sia estenuante e ben oliata questa altalena: lui, arrivato da perfetto sconosciuto a Lecco e trasformato in giocatore vero da Sannino nel 2007, a Pavia ha conosciuto l’oblìo dell’essere riserva, dell’allenarti tutta la settimana per poi indossare la “12” fino a sentirti quel numero marchiato sulla schiena.
Giunto in riva al lago in cerca di riscatto, il tecnico napoletano non ci ha pensato più di due minuti prima di affidargli le chiavi della porta del “Rigamonti-Ceppi”, presso cui si stava preparando una stagione stellare. Non che questo bastò ai due per non litigare, perchè, si sa, quando due caratteri così forti vengono a contatto le scintille sono la più naturale delle conseguenze. Dotato di fisico e personalità non comuni, Luca ci mise un po’ a togliersi la polvere di dosso e a ingranare, ma, come spesso succede, c’è una data che fa da spartiacque tra “quello che era” e “quello che sarà” quella stagione: il 4 marzo 2007, con il Lecco sull’1-0 contro l’Olbia grazie ad un penalty trasformato da Savoldi, Mazzoni stende un avversario in area e causa un calcio di rigore che potrebbe essere decisivo per tutta l’annata. Palla a sinistra e… portiere a sinistra: porta blindata e cambio di rotta servito. Il Lecco da quel giorno fu un’autentica macchina da guerra: 7 vittorie e 2 pareggi, tra cui non si può non ricordare la vibrante affermazione di Nuoro con un altro rigore respinto, portarono i blucelesti al secondo posto, dietro all’inafferrabile Legnano. Ciò che successe nei playoff per la C1 è ancora ben impresso nella mente di chi scrive e, probabilmente, anche di molti di coloro che leggono. La semifinale d’andata a Bassano, sotto una grandinata epocale, vide il Lecco al costante attacco della porta di casa, ma il forcing continuo, anche a causa di una direzione arbitrale quantomeno rivedibile, fu improduttivo. La gara di ritorno, ancora una volta disputatasi in condizioni climatiche avverse, vide i giallorossi tempestare la porta di Mazzoni con una serie di conclusioni da dentro e fuori area, ma il numero 1 si mise i panni di Superman e, come si dice in gergo, parò anche l’aria. Dall’altra parte del campo, sotto la Curva NordSavoldiBonacina sigillarono la qualificazione. Tra i blucelesti e il salto di categoria c’era ancora un avversario da superare, ovvero il Pergocrema arrivato terzo nel campionato regolare. Al “Voltini” i “Sannino boys” misero in piedi una prestazione monumentale, vincendo 1-0 dopo una gara praticamente perfetta e vissuta senza correre pericoli in fase difensiva. L’appuntamento con la storia, fissato per il 17 giugno 2007 davanti a 3500 paia di occhi vibranti, si concluse con la rete di Villagatti, il pareggio degli ospiti, un salvataggio sulla linea di Narducci e due pali dei gialloblù. Tornato in C1, il Lecco faticò enormemente in campionato e non bastò il cambio di allenatore (Motta subentrò a Musicco, ndr) a salvare la squadra: in un altro catino bollente, il “Marcello Torre” di Pagani, Mazzoni e i suoi compagni retrocedettero immediatamente in quarta serie. Non bastò il ripescaggio a trattenere Luca in riva al lago, visto che il Livorno richiamò a casa il figliol prodigo, formato da due anni vissuti sempre a mille all’ora e con il cuore in gola. Non è raro, però, vederlo frequentare la città che più di tutte gli è rimasta nel cuore e dove, quando può, scappa per incontrare, salutare vecchi amici, e, ne siamo sicuri, passare dal “Rigamonti-Ceppi” e desiderare che la sua strada s’incroci di nuovo con lo stadio dove il numero 12 diventò numero 1.

[hana-flv-player video=”http://www.leccochannel.tv/podcast/blucelesti_forever/mazzoni_11022015.mp4″ width=”400″ description=”” player=”5″ autoload=”true” autoplay=”true” loop=”false” autorewind=”true” /]

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Blucelesti forever