Seguici

Calcio Lecco 1912

Un buon Lecco pareggia 1 a 1 a Verona con arbitraggio scandaloso

verona lecco
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 5 minuti

Virtus Verona Vecomp – Calcio Lecco: 1 – 1 (Cardinio 30° p.t., Santuari 30° s.t.)

Virtus Verona Vecomp: Donnarumma, N’ze, Cosner, Maccarone (Mensah 13à s.t.), Magnani, Lechthaler (Burato 27° s.t.), Ferrarese, Vona, Scapini, Dimas, Santuari. A disposizione: Tenderini, Joketic, Allegrini, Burato, Boldini, Mensah, Candio, Cargnel, Ronca. All. Fresco

Calcio Lecco: Pellegrinelli, Pupeschi, Bugno, Vignali, Alushaj, Tignonsini, Di Gioia, Putignano, Capogna, Buonocunto, Cardinio (Di Stefano 29° s.t.). A disposizione: Perelli, Di Stefano, Redaelli, Bandini, Raiola, Ramadan, Rigamonti, Romano. All. Rocco Cotroneo

Arbitro: Turghet di Pordenone assistenti Nuzzi di Valdarno e Saviano di Valdarno.

Ammoniti: Vignali 31° s.t., Putignano 42° p.t., Pupeschi 6° s.t. Putignano espuls. 11° s.t., Scapini 20° s.t., Redaelli 35° espuls. 35° s.t., Vignali espuls. 40° s.t., Magnani 46° s.t., 48° s.t. espuls., Di Stefano 49° s.t.

Note: giornata soleggiata, leggero vento di brezza, terreno in buone condizioni. Angoli 6 – 3

Verona: Il Lecco gioca un buon primo tempo, molto accorto in difesa, a parte un pò di sofferenza nei primi minuti sulle discese di Cosner e Vona che mettono in difficoltà Bugno e Di Gioia che però poi aggiustano il tiro. I Blucelesti quando spingono si creano delle occasioni, due pericolose in cui si è andati vicino alla marcatura. Al terzo tentativo ecco arrivare il gol di Cardinio che porta meritatamente in vantaggio il Lecco. I padroni di casa reagiscono subito, ma davanti è il solo Dimas a creare qualche preoccupazione, mentre l’ultima occasione del primo tempo è ancora del Lecco con Di Gioia che spara da lontano e costringe Donnarumma a respingere con i pugni.

L’inizio di secondo tempo sembra ricalcare la trama del primo fino al momento dell’espulsione di Putignano che scompiglia i piani del Lecco che va in sofferenza soprattutto sulle giocate di Dimas. Arriva così al 30° il gol per i padroni di casa che fino a quel momento non avevano fatto molto per meritarlo. A complicare il tutto ci si mette anche l’arbitro che ammonisce ogni intervento dei Blucelesti mentre lascia indenni i padroni di casa ed arriva al massimo quando espelle Vignali al 40°. Il Lecco stringe i denti ed alla fine riesce a portare a casa il pareggio che se non fosse stato per l’episodio di Putignano andrebbe stretto ai Blucelesti.

Cronaca: nei primi minuti le due squadre corrono con gran ritmo mentre la prima occasione capita al 7° quando Alushaj colpisce di testa da distanza ravvicinata Donnarumma para. Dopo due minuti stesso schema su angolo dalla parte opposta colpo di testa di Pupeschi la palla schizza sulla sinistra per Capogna che indirizza a rete con la punta del piede, sembra gol, ma Donnarumma sventa. Intanto il Lecco si fa più intraprendente in avanti anche se i veronesi sono pericolosi in contropiede. I padroni di casa sono pericolosi sulla loro fascia destra e mettono in apprensione la coppia Bugno DI Gioia, però quando il Lecco decide di attaccare è sempre pericoloso come al 20° quando su un cross dalla destra di Putignano Cardinio si avventa sulla palla, ma ancora Donnarumma sventa.

Si arriva quindi al 30° quando sull’ennesimo cross in area Pupeschi colpisce di testa e mette la palla in mezzo per la testa di Cardinio che insacca di testa. Blucelesti ancora in avanti al 40° con Di Gioia che fa partire un siluro dal limite dell’area Donnarumma è costretto a respingere di pugno. I padroni di casa intanto si riversano in avanti alla ricerca del pareggio ed il Lecco agisce di rimessa.

L’inizio di secondo tempo presenta le stesse trame del primo con un Lecco molto attento in difesa a non concedere nulla e pronto a colpire in attacco appena si presenta l’occasione. All’11° Putigano commette la sciocchezza di toccare inutilmente la palla con la mano su un’azione innocua dei padroni di casa, secondo giallo ed espulsione. Il Lecco va subito in sofferenza Tignonsini sbaglia il rinvio la palla arriva a Dimas che di destro costringe Pellegrinelli alla prodezza andando a deviare la palla all’incrocio dei pali. Si arriva al 20° quando Dimas va al tiro Pellegrinelli respinge arriva Scapini che insacca di mano e si becca l’ammonizione.

I padroni di casa si riversano in avanti ed il Lecco strine i denti e Mister Cotroneo rinforza la difesa togliendo Cardinio per Di Stefano, ma proprio sulla successiva azione il padroni di casa pareggiano su mischia con Santuari. Poi ci si mette anche l’arbitro che espelle clamorosamente Vignali mostrando prima il giallo e poi il rosso, compreso il fatto che poco prima aveva espulso Redaelli mentre faceva riscaldamento.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912