Seguici

Altro

Circolo della scherma Lecco, gli iscritti sono in aumento. E fioccano i successi

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

La stagione del rilancio ad alti livelli. Il Circolo della scherma Lecco di via Cantarelli celebra ottimi risultati in ogni sua categoria, dai bambini ai Master passando per gli atleti in carrozzina.
In questo 2015 i podi sono fioccati. Ha cominciato Ugo Battaglia tra i Master a Zevio (Vr), bronzo nella categoria 1 di sciabola, mentre Riccardo Carmina ha colto il bronzo nella categoria 3. Battaglia si è inoltre messo al collo un bronzo nella quarta prova Master. Bene anche i Giovanissimi Under 14 che hanno brillato a Bergamo nelle gare interregionali.
I fiori all’occhiello di questa prima parte di stagione sono senza dubbio le ragazze del settore paralimpico, capaci di raccogliere otto podi per il circolo. Nella seconda prova nazionale Open a Busto Arsizio, Sofia Brunati (categoria A) ha conquistato il bronzo nella spada e l’argento nella sciabola mentre Matilde Spreafico il bronzo nella sciabola e l’argento nella spada. Entrambe, il 22 febbraio, sono salite ancora in pedana per la terza prova nazionale di Pesaro conquistando altre quattro medaglie: due bronzi per Spreafico e due argenti per Brunati in sciabola e spada. Le ragazze hanno portato a Lecco anche l’oro a squadre ai Campionati regionali paralimpici a Seregno.

Scherma Master

Ugo Battaglia (Master)

Grande soddisfazione è stata espressa dal maestro Mirko Buenza, giunto a Lecco un anno fa per aumentare il livello tecnico grazie alla sua comprovata esperienza. «Avevamo iniziato la stagione con difficoltà, eravamo un po’ pochi – ha spiegato – ma grazie alla promozione nelle scuole siamo riusciti a portare un buon numero di iscritti al circolo, 64. I ragazzi si sono subito abituati a un metodo di lavoro diverso dagli anni scorsi. Sono molto contento di Matilde e Sofia: avevo già lavorato in questa categoria, per cui non è stato difficile, ci siamo trovati bene dall’inizio. Sono due bellissime e bravissime ragazze».
Protagoniste sono state proprio loro, le schermitrici in carrozzina. «Mi è sempre piaciuto questo sport e quando ho scoperto che potevo praticarlo vicino al mio paese non ci ho pensato neanche un minuto – commenta Sofia Brunati – È importante perché mi consente di rimanere in forma sia a livello fisico che mentale». «Il maestro Mirko ci dice sempre di impegnarci al massimo e dare il meglio – replica Matilde Spreafico – perché quando si tira un assalto bisogna essere concentrati e quando scendiamo dobbiamo chiederci se abbiamo dato tutto. Se non è così, dobbiamo cercare di migliorare».
La stagione non è ancora finita e tutto il gruppo del Circolo di via Cantarelli promette di mietere altri successi.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Altro