Seguici

Calcio Lecco 1912

Calcio Lecco, Cardinio: “Non ci resta che puntare al secondo posto”

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Ormai il dato è certo e confermato e cioè che il Lecco ha perso l’opportunità di agganciare il primo posto, con due partite al termine del campionato e con otto punti di distacco dal Castiglione.

Ora non resta altro che puntare al secondo posto e cercare di non farselo sfuggire ad ogni costo, perché significherebbe una grossa beffa, soprattutto in considerazione del fatto che si verrebbe superati da un Seregno dove il Lecco era andato a vincere una partita che sembrava fondamentale per l’aggancio al primo posto.

Uno dei giocatori Blucelesti che ha meglio figurato in questa stagione e Fabio Cardinio. Cosa è successo sul rigore domenica contro il Villafranca? “Il nostro rigorista è Buonocunto che però non c’era, il secondo è Capogna e così è stato. La questione non si deve limitare al rigore, quello si può realizzare o sbagliare, ma tutte le occasioni da gol che non abbiamo concretizzato contro una squadra non proprio così forte, che però ci ha fatto tre reti. Il punto importante è stata la mancanza di quattro giocatori di esperienza e questo lo si è visto. Una partita che potevamo vincere, mentre noi abbiamo dato l’opportunità al Villafranca di andare in marcatura”.

Adesso non vi resta che lottare per il secondo posto: “Noi ci puntiamo perché in ogni caso è sempre un risultato di prestigio che poi ci darà l’opportunità di giocarci la Coppa Italia. Poi ci credo molto al di la di quello che si dica sui play off o ripescaggi, niente è perduto. In questa stagione ho realizzato quasi tutti i miei obiettivi, 10 assist, superate le 30 presenze e 16 reti. Mi manca una sola rete per raggiungerlo”.

Poi Cardinio ci tiene a precisare che: “Volevo ringraziare i tifosi perché domenica dopo la sconfitta mi hanno i complimenti per la mia annata al Lecco, per il mio impegno ed a quanto ci tengo a questo Lecco. Io ci tengo a rimanere, anche se mi danno da altre parti e queste voci prive di fondamento mi danno fastidio”.

Poi è il turno di un bomber di razza come Rigamonti: “Mi piace stare in attacco, magari più esterno non sicuramente in mezzo spalle alla porta come fa Capogna. Tornando alla partita di domenica sono molto soddisfatto del gol, ma avrei preferito essere lì a giocarmi ancora il campionato con il Castiglione. Forse con il Villafranca abbiamo avuto un approccio iniziale un pò leggero, poi qualche errore di troppo anche se alla fine la vittoria l’avremmo meritata noi”

Qual è il segreto della sua prolificità in attacco: “Io sono sempre a disposizione, poi ci sono gli anni che ti va tuttto per il verso giusto. Sicuramente pesa dire che è stata una buona stagione, anche se ci sono stati dei bei momenti in cui avevamo il Castiglione nel mirino. Per quanto mi riguarda sto alle decisione del mister e poi vedremo in queste due partite”.

Per il suo futuro ha già preso qualche decisione? “Non so ancora niente del mio futuro, voglio concludere bene questa stagione, però ho in mente solo il Lecco visto che ci gioco da sei anni e vincere il campionato sarebbe stato un sogno”.

Anche a lei la domanda cruciale, cosa è successo sul rigore? “Il rigore ha deciso Capogna di tirarlo, anche se anch’io era a disposizione per tirarlo. Dal campo non si è capito bene l’ordine dalla panchina, c’era un po’ di confusione ed alla fine è successo quello che hanno visto tutti”.

[hana-flv-player video=”http://www.leccochannel.tv/DB_VIDEO/VIDEO_CALCIO/2014_2015/News-28-04-2015.mp4″ width=”400″ description=”” player=”5″ autoload=”true” autoplay=”true” loop=”false” autorewind=”true” /]

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912