Seguici

Calcio Lecco 1912

Calcio Lecco, Bizzozero: “Fino a domenica manterrò la calma, poi…”

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Non tira aria leggera in casa Calcio Lecco: l’ennesima sconfitta dell’ultimo periodo, questa volta arrivata sul campo della Pergolettese, ha infastidito ulteriormente il patron Bizzozero, apparso molto irritato nei confronti del suo allenatore e di una parte della squadra.

“Sembra – esordisce Daniele Bizzozero – che questa sia una squadra che non ha i giocatori con la mentalità vincente, poi c’è da analizzare la condizione fisica di questo fine campionato e qui qualcuno ha la sua bella parte di responsabilità. Io non mi tiro indietro e per l’anno prossimo voglio costruire una squadra ancora più forte, che non faccia patire le sofferenze di quest’anno. Poi ci vuole un po’ più di comunicazione tra staff tecnico e la dirigenza”.

Patron, come ha visto la partita di oggi? “Con un po’ più di attenzione avremmo potuto gestire meglio la situazione, ma probabilmente questo era quello che potevano dare, anche se io ho dato molto a questa squadra e mi aspetto qualcosa di più indietro. In palio c’era un premio altissimo in caso di vittoria del campionato, ma con i soldi che ho risparmiato rinforzerò la squadra per l’anno prossimo. Il Castiglione ci ha dato tante possibilità per recuperare e noi non siamo riusciti e bravi a sfruttarle. Abbiamo raggiunto un grande risultato, che magari all’inizio nessuno si aspettava, ma che ci lascia un pò di amaro in bocca, anche se ci permette di giocarci la Tim Cup, di sperare per l’anno prossimo, anche se questa è una squadra”.

Si riparte da qui o c’è da aspettarsi una rivoluzione? “Non sono per le rivoluzioni, visto che penso di capire qualcosina di calcio e di aver individuato le cose che non andavano in questa squadra. I miei attaccanti hanno chiuso tutti in doppia cifra, il problema è la difesa che non ha funzionato e non ci ha dato il riscontro che pensavamo. Se avessimo avuto Baldo forse sarebbe andata in modo diverso. Fino a domenica prossimo non mi arrabbierò, però se non facciamo risultato contro il Ciserano di Magoni allora mi scateno”.

“Questa settimana – interviene Mister Cotroneo – vogliamo pensare solo ad allenarci bene e vincere, perchè in questo ultimo mese non è girato tutto per il verso giusto. Dopo il match contro il Ciserano ci penseremo, chiedo di lasciare in pace i giocatori, se dovete attaccare fatelo con me. E’ chiaro che se avessimo pareggiato all’ultimo minuto sarebbe stata un’altra partita, perchè sono contento della squadra. Non posso rimproverare loro nulla, si allenano, si impegnano sempre. Il Castiglione è stato più bravo, ha vinto il campionato, sono stati corretti perchè si sono impegnati anche con il Seregno pareggiando, visto che loro in settimana avevano anche festeggiato”.

“Abbiamo preso due gol – conclude Tignonsini – in un periodo che subiamo molto. Detto ciò non dobbiamo perdere il nostro equilibrio ed identità. Abbiamo perso contro una buona squadra e penso che a noi non si possa rimproverare nulla. In questo periodo non vedo tutto questo allarmismo e problemi, mi dà fastidio sentire il mio allenatore dire che se ci sono delle colpe vanno date a lui. Se siamo qui è merito suo, per il lavoro che ha svolto qui a Lecco, e ritengo che non sia giusto attaccarci così perchè abbiamo fatto un campionato in cui siamo arrivati secondi. Oggi saliamo sul pullman orgogliosi e fieri della stagione che abbiamo disputato”.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912