Seguici

Calcio Lecco 1912

Calcio Lecco: ripescaggio si o ripescaggio no? Il regolamento

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Il Lecco e la Lega Pro, un sogno probabilmente destinato a rimanere tale fino alla prossima stagione.

Aldilà della possibile rinuncia del Castiglione per le difficoltà economiche denunciate nelle scorse settimane, il regolamento approvato dalla FIGC lo scorso 27 maggio 2014 è quello da prendere in considerazione prima che venga deliberato quello 2015.
Il documento pone le basi per comporre la gradutatoria da cui poi “attingere” in caso di defezioni in terza serie.

Stando a quanto si legge, sembra improbabile che da Roma venga fatta una telefonata in via Don Pozzi per vagliare le effettive intenzioni di ripescaggio, sui cui il patron Bizzozero è sempre stato chiaro (“Non pagherò una tangente per giocare il Lega Pro”, riferendosi ai paventati 600mila euro da versare a fondo perso, ndr).

Ammesso e non concesso che il Sestri Levante inoltri richiesta, ma la società ligure non sembra intenzionata a percorrere questa strada, i blucelesti partirebbero in ritardo nella graduatoria rispetto ad altre compagini, vista la sconfitta patita nel terzo turno dei playoff per mano del Seregno, che ha così acquisito più “autorità” in merito.
A venir privilegiate, infatti, sono le squadre che hanno percorso più strada durante i playoff.

Anche un’eventuale non ammissione del Castiglione non aprirebbe le porte del professionismo ai blucelesti, che non avrebbero diritto ad una “prelazione” in quanto secondi classificati nel campionato regolare.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912