Seguici

Senza categoria

Damiani: «L’anno prossimo otto giovani in prima squadra»

Rugby Lecco Vs Capoterra la meta di Rigonelli
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

La stagione del Rugby Lecco non è ancora finita. Mentre tutti i loro colleghi di altri sport sono in riva al mare o in montagna, i blucelesti della palla ovale continuano a sgobbare sul campo del Bione, agli ordini di mister Sebastian Damiani.

Gli allenamenti proseguiranno sino al prossimo 10 luglio, quando ci sarà l’interruzione e l’arrivederci alla fine di agosto per riprendere confidenza in vista dell’attività agonistica 2015/16. Ne abbiamo approfittato per due chiacchiere con Damiani sui progetti futuri.

Mister, avete già pensato a quale tipo di squadra allestire il prossimo anno?

«Sì, non ci sono dubbi: continueremo sulla strada intrapresa ormai da tempo, ringiovanendo la formazione di serie B con almeno otto innesti dall’Under 18 che hanno già maturato un po’ di esperienza nello scorso campionato. Non possiamo permetterci di spendere tanto, e in questo modo ci autogestiamo».

I risultati però sono arrivati. Ora bisogna confermarli e non sarà semplice, si annunciano molte novità in serie B.

«La formula definitiva si conoscerà soltanto a luglio. Se il girone rimarrà così, sarà comunque tosto. L’alternativa è un raggruppamento territoriale da sei squadre, tutte lombarde. Non significa che sarà più semplice, tutt’altro: se guardiamo la classifica dell’ultimo campionato, scopriamo che le lombarde sono tutte ai primi posti. Ecco perché sarebbe complicato arrivare fra le prime tre per evitare la retrocessione».

Allestirete ancora le giovanili e anche una formazione di serie C?

«Senza dubbio. Nell’Under 18 confluiranno alcuni elementi di valore dell’Under 16, e partecipare alla serie C ci consentirà di far giocare tutti, anche quelli che non trovano spazio in B».

Quali sono state le note più liete della passata stagione? Qualcuno l’ha sorpresa?

«Sono in tanti. Penso a Shota, un elemento molto giovane che è cresciuto tanto. Così come Valentini. Thomas Colombo ha acquisito grande personalità dopo la nomina a capitano, mentre Scandolara è stato bravo perché ha messo in campo grande umiltà. Un plauso particolare a Mastrogiorgio e Mariani, saliti dall’U18 e subito ambientatisi con i più esperti».

Il presidente Stefano Gheza sarà assessore allo Sport del Comune di Lecco. Sperate in un miglioramento delle strutture al Bione?

«Me lo auguro, e non solo per il rugby. Le squadre avversarie, quando ci affrontano al Bione, si complimentano per lo splendido scenario naturale. Ma una migliore manutenzione servirebbe a tutti».

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Senza categoria