Seguici

Rugby

Rugby Lecco, il girone non cambia. Ma ai play-off ci sarebbero le emiliane…

Rugby Lecco Vs Asd Casale
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Mentre la squadra si gode le meritate vacanze, qualcuno al mare e altri in montagna, il Rugby Lecco è di fatto con la testa al prossimo campionato di serie B.
La Federazione italiana rugby ha infatti diramato i nuovi gironi per la stagione 2015/16. C’era grande interesse per conoscere quali sarebbero state le decisioni dei vertici federali, poiché si temeva una pesante riforma del campionato. Alla fine, non è cambiato quasi nulla: 48 squadre divise in quattro gironi con ripartizione a carattere geografico.
La società bluceleste è ancora inserita, come tradizione, nel Gruppo 1. Queste tutte le squadre: Rugby Varese, Amatori Novara, Tuttocialde Lecco, Rugby Parabiago, Cus Milano, Rugby Sondrio, Biella, VII Torino, Piacenza Rugby, Rugby Parma 1931, Amatori Capoterra, Amatori Alghero.
Rispetto alla scorsa stagione, nessuna grande novità di rilievo se non la presenza di Novara, Varese e Piacenza che di fatto sostituisce una delle due formazioni parmensi. Non cambia però il numero di trasferte in Emilia e soprattutto in Sardegna, due. Le migliori due classificate disputeranno i play-off: la prima contro la seconda della pool promozione del girone 2, la seconda contro la prima sempre della pool promozione del girone 2, che per la cronaca è composto da queste dodici formazioni: Amatori Parma, Rugby Noceto, Modena Rugby, Reno Bologna, Rugby Bologna 1928, Romagna Rfc (Pool 1); Pesaro, Firenze 1931, Florentia Rugby, Ur Tirreno, Livorno Rugby, Vasari Arezzo (Pool 2). Il lato positivo è che il girone delle lombarde non è più accoppiato, come accaduto nel recente passato, con quello veneto. E ricordando l’esito del play-off promozione del Lecco contro il Casale, è di certo incoraggiante.
La domanda che tutti si fanno è una sola: riuscirà il Lecco a essere nuovamente protagonista, puntando a vincere il campionato? Lo abbiamo chiesto al presidente Stefano Gheza. «Le due neopromosse, Varese e Novara, non sono squadroni, potrebbero valere Gussago e Bergamo della scorsa stagione. Piacenza, retrocessa dalla A, è un’incognita – spiega Gheza – Il Cus Milano dovrebbe essere molto forte, di fatto è l’ex Grande Milano con innesti dall’Under 18 che ha disputato la finale nazionale. Noi? La voglia di confermarci al livello dell’anno passato, anche meglio, c’è, e penso anche il potenziale tecnico della squadra. Poi bisognerà giocare ogni partita, ma ci crediamo».

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Rugby