Seguici

Senza categoria

Beffa Seregno, Bizzozero spera: «Lega Pro? Aspettiamo i processi»

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Una beffa colossale, o un pasticciaccio all’italiana. Comunque lo si guardi, il mancato ripescaggio del Seregno in Lega Pro è lo specchio dell’assurdità del calcio professionistico nel Bel Paese, che ora lascia aperti spiragli di speranza anche al Lecco nella corsa ad accaparrarsi l’ultimo posto disponibile per completare l’organico della terza serie nazionale, composto attualmente da 53 squadre.

La compagine brianzola, qualche settimana fa, aveva versato il contributo richiesto dalla Lega nazionale dilettanti, 500mila euro a fondo perduto, garantendo anche la fidejussione di 400mila. Non paga, aveva avviato i lavori di ristrutturazione del Ferruccio, trovando ospitalità provvisoria a Busto Arsizio finché le opere non fossero finite. Tutto questo si è rivelato inutile nel momento in cui la Figc ha pubblicato l’elenco dell’organico di Lega Pro, e dunque delle ripescate, Pordenone e AlbinoLeffe.

Il Seregno, che pagherebbe l’attuale inagibilità dell’impianto, si è affidato a un comunicato ufficiale per esprimere la propria indignazione verso il fatto che ora un’altra squadra possa essere ripescata senza versare il contributo, minacciando le vie legali.

In questo quadro si inserisce il Lecco, che potrebbe avere la possibilità di presentare domanda gratuitamente, facendo leva sulla seconda posizione nel girone B di serie D della passata stagione. Patron Daniele Bizzozero, interpellato sull’argomento, si è dichiarato attendista ma fiducioso. «Lo avevo detto in tempi non sospetti che il Seregno non ce l’avrebbe fatta – ha commentato – Ricordiamoci che sono in svolgimento procedimenti per il calcioscommesse, dunque dopo il 10 agosto potrebbero aprirsi ulteriori possibilità a causa di eventuali retrocessioni forzate. Aspettiamo e vediamo cosa accadrà».

Di fatto la rosa del Lecco sarebbe già competitiva (con un paio di innesti per puntellarla, magari pescando tra gli esuberi) anche in Lega Pro, dove non ci sarebbe nemmeno l’obbligo dei quattro Under in campo. Il Rigamonti Ceppi, con gli spogliatoi rimessi a nuovo, sarebbe già pronto. Non resta che attendere qualche giorno per vedere risolto l’ennesimo rompicapo del malandato calcio italiano.

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Senza categoria