Seguici

Calcio Lecco 1912

Quando le istituzioni sono parte attiva: il caso del Pavia Calcio

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Da Ac Pavia Calcio Pavia Calcio 1911. In mezzo ci passa la salvezza di una società che rappresenta un pezzo del patrimonio sportivo della città.

Quello che sta accadendo a pochi chilometri da noi è l’emblema di come l’istituzione cittadina si sia messa in moto e abbia operato attivamente per salvare una squadra che rappresenta migliaia di persone, mettendoci 2499€ nella persona del primo cittadino Depaoli: “Lo strumento per non far morire il calcio a Pavia ora c’è – ha spiegato il sindaco al “Corriere”– la proposta è stata condivisa giovedì sera da tutti i capigruppo e ora ci aspetta una settimana impegnativa: dobbiamo fare l’affiliazione alla F.i.g.c. e trovare, entro il 5 agosto, qualcuno disposto a ricominciare”. Ora saranno gli acquirenti interessati a dover fare le prossime mosse.

Un qualcosa di simile che lo si aspettava anche a Lecco, dove l’ultima dichiarazione ufficiale risale ancora alla manifestezione dello scorso 18 giugno, quando l’assessore Gheza e il sindaco Brivio seminarono ottimismo a piene mani dal palco di Piazza Garibaldi, confidando di “monitorare” la situazione con attenzione. Di acqua sotto i ponti ne è passata anche troppa, di chiacchiere ne sono state dette decisamente troppe, ma ancora si aspetta che qualcuno da Palazzo Bovara muova un dito che vada oltre la tutela del credito da 120mila euro vantato nei confronti della Calcio Lecco 1912. Che vada anche oltre EquitaliaMeregalli e le scuse di facciata.

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912