Seguici

Calcio Lecco 1912

Calcio Lecco, l’assessore Gheza risponde: “Meregalli sta facendo tutto il possibile”. Ecco quattro domande per lui

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Non è passato inosservatoPalazzo Bovara l’articolo uscito su questa testata che ha portato un confronto alla situazione della Calcio Lecco 1912 e quella che sta vivendo il Pavia Calcio. A rispondere è direttamente l’assessore Stefano Gheza tramite Facebook: “Mi permetto di far notare che il presidente del Pavia Calcio ha portato i libri in Tribunale (se non erro la società e’ stata dichiarata fallita) – afferma l’assessore allo sport Stefano Gheza – l’Amministrazione Pavese, al pari di quella lecchese, non ha potuto far altro che monitorare la situazione per tutelare gli interessi pubblici pavesi (nello specifico si trattava dello Stadio comunale Fortunati, in concessione al Pavia Calcio e del quale l’Amministrazione Comunale voleva giustamente rientrare in possesso). La lodevole iniziativa del Sindaco di Pavia (che ha costituito una NewCo per non pregiudicare la possibilità, trovando nel frattempo investitori, di ripartire dall’Eccellenza o dalla serie D) è stata quindi possibile proprio in conseguenza del fallimento della società (intendo dire che prima che venissero portati i libri in tribunale, non e’ stato possibile far altro che “monitorare” nemmeno a Pavia). Per la Calcio Lecco il fallimento non è ad oggi intervenuto e come Assessore del nostro Comune non posso far altro che tenere costanti contatti con il Sig. Meregalli (Amministratore della Calcio Lecco), che sta facendo tutto il possibile non solo per evitare il fallimento della gloriosa Calcio Lecco, ma anche per iscrivere la Calcio Lecco in Lega Pro (l’iscrizione alla serie D è cosa già fatta). Se peraltro mi prevenissero suggerimenti più dettagliati e costruttivi rispetto al “monitorare non basta” (e che siano ovviamente in linea con i compiti istituzionali ed il ruolo del Comune), li valuterò con piacere ed attenzione.”

Contestualmente, ci sentiamo in dovere di portare alla sua attenzione quattro domande pervenute presso la nostra Redazione:

1) Nel suo commento lei dice di avere contatti diretti con AD Mergalli. Quindi lei conosce la compagine societaria ” nuova” ( se mai c’è ne fosse una). Oppure siamo difronte alla stessa precedente società?

2) Il comune oltre che creditore nei confronti della Calcio Lecco. Ha l’obbligo istituzionale nonché morale di vigilare su una società sportiva cittadina di primaria importanza. Non pare a lei che si sia fatto poco o niente?

3) Non pensa che i cittadini di Lecco e gli sportivi difronte al degrado digestione di questi ultimi anni in seno alla calcio Lecco,si aspettassero un intervento in prima persona in queste vicende da parte delle istituzioni comunali?
Non può bastare certo indossare la maglietta della curva Nord e ” monitorare”

4) come mai da almeno 15/20 giorni, ( visto che lei dice di avere contatti con Meregalli ) non è uscita una sola nota dal suo assessorato sulla situazione di assoluto “stallo” in cui versa la Calcio Lecco?

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912