Seguici

C3, BluCeleste in profondità

Se mi lasci non vale…

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

I grandi amori non finiscono mai. Magari rimangono sopiti, a volte delusi, altre volte feriti.

Sono lì, brace sotto la cenere, pronti a sprigionare nuovamente il fuoco della passione, dell’amore.

Questa è una settimana importante per la Calcio Lecco. Ci sono stati appelli sui social da parte di gruppi e singoli tifosi, una chiamata generale di tutti coloro che amano questi colori ad andare allo stadio per la partita contro il Fanfulla.

La stessa società si è premurata, attraverso comunicati ufficiali, locandine piuttosto che FB, che alla nostra squadra non manchi il calore dei suoi supporter.

Una gara decisiva, certo. Da qui alla fine lo saranno tutte. Dobbiamo esserne consci tutti quanti: giocatori, società, tifosi.

Durante le ultime settimane abbiamo assistito spesso a discussioni e chat che lamentavano una scarsa presenza di pubblico alle gare interne al Rigamonti-Ceppi.

I tifosi del Lecco, e tutti gli avversari, sanno bene come sia determinante il tifo caldissimo che accompagna i Blucelesti, diventando il pubblico il vero “dodicesimo in campo“.

Non possiamo però a nostro modo di vedere dimenticare quello che a Lecco, e alla sua squadra, è capitato negli ultimi dieci anni.

Chi lancia strali e critiche all’assenteismo di questi ultimi tempi dovrebbe, per imparzialità e onestà intellettuale, comprendere le ragioni che hanno portato a questo.

Per un numero di anni considerevoli a livello societario abbiamo visto avvicendarsi manager di basso profilo, personaggi discutibili, avventurieri, personaggi in cerca d’autore.

Tutto questo, lo sappiamo bene ormai, ha prodotto quello che il Lecco è oggi.

Stiamo però parlando dei due colori più belli del mondo: il Blu e il Celeste. Non possiamo lasciare soli i nostri ragazzi.

Giocheremo un gran numero di spareggi da qui alla fine, e il Lecco ha bisogno del suo pubblico, dei suoi tifosi.

A chi indossa la gloriosa maglia del Lecco, all’allenatore, alla società, da questo editoriale diciamo: AIUTATECI AD AIUTARVI.

Mettete in campo coraggio, incoscienza, orgoglio, determinazione. Fate che il fuoco dell’amore e della passione che cova sotto la cenere sprigioni la fiamma dell’entusiasmo.

Ne avete bisogno, ne abbiamo bisogno.

Se mi lasci non vale“… cantava Iglesias.

Noi non ti lasceremo mai“, cantano gli ultras Blucelesti.

Perché anche se un po’ delusi, ammaccati, feriti, niente e nessuno potrà dividere questa squadra dai suoi tifosi.

Forza Lecco allora! Avanti per l’ultima battaglia, e per quelle successive, che saranno perpetuamente le “ultime“.

I tuoi tifosi saranno là con te. Perché la domenica è più domenica se vai a vedere  giocare il Lecco.

                                                                                                                                        Linotype

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in C3, BluCeleste in profondità