Seguici

Altro

Gnecchi sogna un 2017 «da protagonista della canoa internazionale»

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Ha trascorso due mesi sotto il sole dell’Australia per cominciare in maniera ideale il 2017, anno che potrebbe consacrarlo definitivamente nei palcoscenici più importanti della canoa sprint. Alessandro Gnecchi, alfiere della Canottieri Lecco, è pronto per impugnare la pagaia e scendere in acqua.

«Sono andato a Sydney per sfuggire dal freddo tipico del nostro lago in questa stagione, e per migliorare l’inglese – confessa il 24enne – In Australia mi sono trovato bene, ho potuto allenarmi nel migliore dei modi per questo 2017».

Lo scorso anno sei esploso ad alti livelli, facendoti conoscere anche fuori dai confini italici.
«I migliori risultati li ho ottenuti ai Mondiali Universitari in Portogallo, dove ho conquistato tre medaglie di argento e un bronzo, in particolare con il K1 500 laureandomi vicecampione iridato. È arrivato anche un ottimo ottavo posto in finale nel K4 500 ai Mondiali Assoluti di Mosca. Ho terminato la stagione agli Italiani Assoluti con un secondo posto nel K1 500 e un terzo nel K2 200, vincendo il titolo non militare con la Canottieri Lecco».

Il 2016 è in archivio, c’è un 2017 da tracciare con ambizioni importanti.
«Quest’anno è fondamentale perché primo del quadriennio olimpico di Tokyo 2020, dove sogno di essere presente. Il primo step è confermarmi nella squadra nazionale e sugli equipaggi più importanti. L’obiettivo è ben figurare negli appuntamenti internazionali: la Coppa del mondo in Ungheria, i Campionati europei a Plovdiv in Bulgaria e i Mondiali in Repubblica Ceca. Lì troverò avversari agguerriti con cui mettermi alla prova».

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Altro