Seguici

Calcio Lecco 1912

Calcio Lecco, ragionier Marcone vuole la vittoria: “Sarà una guerra”

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Un metro e novantuno per ottantasette chili. Non c’è dubbio che la prestanza fisica abbia aiutato Alessio Marcone in questo suo primo anno da ‘grande’, con un’opportunità chiamata Lecco piovutagli davanti a soli diciotto anni. Ora l’aspirante ragioniere studia anche per vincere la prima gara in trasferta; uscito malconcio dalla gara contro lo Scanzorosciate, ora è pronto per rientrare: “Ho sentito una fitta domenica, quindi in settimana ho lavorato a parte. Sia io che Dejori quest’oggi ci aggreghiamo al gruppo. Concorrenza? Penso che faccia bene al mister, anche perchè ora dobbiamo iniziare a far questi benedetti punti anche in trasferta.”

Non sarà facile affrontare il Levico Terme, formazione che non lascia a desiderare sotto il punto di vista dell’aggressività: “Non l’ho visto all’andata, so che è una formazione ostica come le altre, sarà una guerra che varrà come una finale. Abbiamo sempre dato tutto quello che abbiamo, Grumello a parte il mister è sempre stato felice per quanto espresso. Trasferta? Non è facile dire cosa cambi, però di certo giocare in casa è diverso, i nostri tifosi sono spettacolari. Nell’ultima uscita avremmo potuto fare meglio, anche se l’abbiamo tenuta in bilico fino alla fine.”

Un difensore che cerca il gol e spesso ‘sale’ per far male. Un aneddoto ci riporta al gol di Dejori a ridosso del novantesimo: “Io l’ho sfiorato due volte, lui è salito solo una volta dicendomi ‘stai qui che vado a fare gol’, com’è finita lo sapete… Personalmente prediligo il ruolo di terzino perché mi piace attaccare la porta avversaria, ma con la mia prestanza fisica posso fare anche il centrale.” E vedendo i risultati, diremmo che sta imparando bene ‘come si fa’.

Condividi questo articolo sui Social

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912