Seguici

Calcio Lecco 1912

Videomoviola | Arbitri, ci risiamo. Il Lecco recrimina per le decisioni di Catanoso

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Un’espulsione, un rigore e un’occasione d’oro. E’ quanto di cui viene privato il Lecco durante la gara con la Virtus Bergamo. Questa volta è Catanoso di Reggio Calabria a finire sotto la lente d’ingrandimento per la sua direzione arbitrale. Alcune decisioni non chiare gettano infatti delle piccole ombre su un successo comunque legittimo e meritato come quello ottenuto dai bergamaschi.

Non è infatti che il minuto numero tre quando Deri stende Caraffa lanciato a rete: l’arbitro estrae il cartellino giallo, ma il “rosso”, sia per la posizione dei due che per la gamba alta a lambire la faccia del centravanti, sarebbe stato più adeguato; cinque minuti dopo è proprio il difensore ospite a portare avanti i suoi. Al decimo minuto lo stesso Deri viene atterrato da Meyergue mentre si trova al limite dell’area piccola: il contatto, se c’è, è decisamente veniale. Contatto decisamente più intenso tra Mister Ronchi è quello che però non porta al calcio di rigore per il Lecco poco dopo. Giusto assegnare il penalty per il fallo di Djibo su Flaccadori, rivedibile il rossoLocatelli per il fallo su Magrin a partita ormai finita: Loca paga probabilmente la scenata del centrocampista, che enfatizza il contatto in maniera evidente, cui Catanoso abbocca.

[hana-flv-player video=”http://www.leccochannel.tv/DB_VIDEO/VIDEO_CALCIO/2016_2017/gara_26_moviola.mp4″ width=”400″ description=”” player=”5″ autoload=”true” autoplay=”true” loop=”false” autorewind=”true” /]

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912