Seguici

Calcio Lecco 1912

Grafica | Elasticità e corsa: il Lecco strappa un punto a Caravaggio

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

L’incrocio tra LeccoCaravaggio distribuisce un punto a testa. Bottino non pieno ma, in ogni caso, non si può storcere il naso per quanto guadagnato. I blucelesti, privi di Cannataro (a proposito, tra 24 ore ci sarà l’esito del ricorso), se la giocano con intensitàverticalizzazioni, condite da una buona dose di elasticità tatticaBertolini disegna infatti un 4-2-3-1 in fase di possesso palla, con la posizione del ‘9’ occupata, a turno, da Locatelli, RonchiMatic e pure Cataldi.

Da due situazioni simili nascono migliore occasionegol: prima ‘Loca’ inventa per Ronchi, che sbaglia, poi lo stesso centravanti non spreca l’ottima assistenza di Matic e porta in vantaggio ai suoi. Ai padroni di casa viene concesso soprattutto il tiro da fuori, arma sempre disinnescata da Salvatori. La ripresa è invece un inno alla sofferenza: il baricentro viene arretrato di 20-30 metri, il Caravaggio si sveglia, passa al 4-2-4 e le difficoltà aumentano esponenzialmente in fase offensiva. Per quaranta minuti buoni, infatti, non si vede una ripartenza degna di questo nome: ad incidere c’è anche l’atteggiamento indolente e passivo del subentrato Meyergue (fuori Locatelli per infortunio, ndr), un comportamento che non è passato inosservato. I biancorossi colpiscono una traversa e dopo un minuto pareggiano con Guercilena, poi, per venticinque minuti, il Lecco bada più che altro a non perdere la gara.

Quarto punto in trasferta per i blucelesti, che non accorciano sul Dro ma guadagnano su Scanzorosciate, Cavenago FanfullaVirtus Bolzano.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912