Seguici

Calcio Lecco 1912

L’ennesima presa in giro

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Mille euro come “contentino”. Davvero siamo arrivati a questo? Davvero dobbiamo credere che la Corte Sportiva d’Appello non sia dotata di un mezzo informatico per informarsi sul disastro arbitrale di Lecco-Ciserano? E’ giusto punire così severamente il Lecco perchè, per otto minuti, i suoi, esasperati, tifosi si sono scagliati contro GullottaCarpinato, in piena trance per quanto stavano facendo accadere? Quanto scritto dalla terna, a mezz’ora di distanza dal termine della gara e quindi sotto pieno effetto dell’adrenalina, vale più del buonsenso che dovrebbe metterci chi è incaricato di equilibrare la situazione.

Ci si sta già “appellando” allo stracitato “poco peso” in Lega, frutto di una situazione tutt’altro che vicina alla norma. “Ci stanno massacrando” è il commento più diffuso nell’ambiente bluceleste, convinzione che nasce da un, talvolta presente e talvolta latente, accanimento da parte delle alte sferePro Patria, Virtus Bolzano, Virtus Bergamo, Ciserano: arbitrare in questa maniera al “Rigamonti-Ceppi” è diventato il modo migliore per dimostrare di “avere le palle”? Urlare “Testa di…” ai giocatori il modo per dimostrare di saper tenere in mano una gara? Se i risultati sono quelli visti, vien da dire che è solo un modo per abusare del potere messo in mano agli arbitri.

I verdetti di Giudice SportivoCorte d’Appello suonano come delle solenni prese in giro nei confronti di una società e di una squadra che, tra difficoltà ed errori di gioventù, continuano a vivere e lottare nonostante le difficoltà.

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912