Seguici

Calcio

Mercato | Cardinio rompe il silenzio: “Io scappato? Mi viene da ridere…”

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Scappato? No, grazie, ora parlo io. Rompe il silenzio dopo quattro giorni molto intensi, Fabio Cardinio: lo fa spiegando le ragioni per cui ha declinato l’offerta fattagli da Paolo Di Nunno, presidente della Calcio Lecco, che ieri l’ha pubblicamente accusato di essere scappato dopo aver trovato un accordo con lui. Niente “fuga”, anzi, un rifiuto a malincuore per cause di forza maggiore.

“Da alcuni mesi ho deciso di seguire una strada differente, spinto prima da motivi fisici (fortunatamente “risolti”) poi per una vera e propria scelta di vita – spiega Cardinio su Facebook – Dopo una prima intervista del mese di giugno dove, pur non centrando nulla, mi furono rivolti degli attacchi gratuiti e senza alcun fine, mi ritrovo, dopo alcuni mesi, ancora che si parla di me. Perdonatemi ma lo “scappare” che è uscito mi fa solo sorridere! Invece d’incolpare chi non centra nulla e per far sì che non succedano più questi disguidi bisognerebbe avere meno confusione e le stesse vedute, almeno tra le persone che lavorano insieme (già ieri il “no” di Delpiano aveva mostrato una diversa veduta dell’allenatore rispetto a Di Nunno, ndr).
Sicuramente farò sempre il tifo per voi come ho sempre fatto e vi auguro le migliori soddisfazioni, visto che si parla della mia città.
Un grazie immenso a tutte le persone per i messaggi d’incoraggiamento che ho ricevuto per quello che sto affrontando al di fuori.
Un grande abbraccio!!!”

A Fabio, che da dicembre 2016 sta vivendo una situazione personale decisamente non facile, va un grosso e personale “in bocca al lupo”.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio