Seguici

Calcio

Lecco-Pro Patria: tifosi ospiti si, ma saranno in pochi

Lecco-Pro Patria potrebbe essere nuovamente una partita per pochi intimi
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Saranno pochi i tifosi della Pro Patria che potranno recarsi al “Rigamonti-Ceppi” nella domenica in arrivo.

La Prefettura di Lecco è infatti intenzionata a limitare a 120 il numero di biglietti (nominali) disponibili per i bustocchi, una misura presa dalla Prefettura di Varese nei confronti di quelli blucelesti per la sfida d’andata (100 biglietti, ndr) e che fa il paio con quella del gennaio 2017: allora furono solo 80 i tagliandi concessi ai tigrotti, che disertarono la trasferta.

La decisione è stata comunicata dalla società bustocca: ” Come da disposizione della Prefettura di Lecco, si comunica che per la partita in programma Domenica 7 Gennaio p.v., Lecco – Pro Patria, sono a disposizione n. 120 biglietti nominativi per il settore ospiti. I biglietti si potranno ritirare esclusivamente presso la nostra sede, in quanto è stata vietata la vendita online. La prevendita è aperta domani, Giovedì 4 Gennaio, dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00 presso la segreteria dello stadio. È necessario presentarsi con la fotocopia di un documento di identità fronte-retro, che verrà trasmesso alla questura di Lecco, e €10, per il biglietto a prezzo unico. I biglietti si potranno ritirare Sabato 6 Gennaio dalle ore 9.30 alle ore 12.30.”

E il leit motiv della diserzione potrebbe ripetersi: il Pro Patria Club ha infatti “deciso di annullare il pullman per Lecco”. La decisione è stata presa all’unanimità dal consiglio direttivo, come spiegato dal presidente Roberto Centenaro in una nota: “Dare nome e cognome per entrare in uno stadio di serie D lo riteniamo assurdo. E’ anche preoccupante constatare che servano queste misure preventive per gestire uno spettacolo dove al massimo ci sarebbero state qualche centinaia di persone. Capisco le problematiche per le folle di venti o trentamila persone, ma per trecento mi sembra fuori luogo. Siamo persone di una certa età, tutti rispettabili che non ritengono di dover essere schedate per entrare in uno stadio. Questo non è calcio…”

Calcio Lecco 1912 — Pro Patria 1919

Serie D

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio