Seguici

Calcio

Foto | Il Lecco buca anche con Tacchinardi: Lella e Comelli fanno secchi i blucelesti

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

La cura Tacchinardi non basta a rimettere in piedi la Calcio Lecco. Non per ora, quantomeno.

I blucelesti a Caravaggio incappano nella quinta sconfitta nelle ultime sei parite, lasciano la zona playoff a sette punti di distanza e vengono contestati dai tifosi giunti al “Comunale”. I padroni di casa si sono difesi con ordine e hanno sfruttato i tre macroscopici regali concessi dalla retroguardia del Lecco, con Nava che è stato impallinato per tre volte senza avere la minima possibilità di replica.

In mezzo c’è stata la timida reazione affidata alla rete del sempre volitivo Caraffa, che si è dannato l’anima ed è stato premiato con la piccola consolazione personale. Le altre due grandi occasioni blucelesti, capitate sui piedi dello stesso Caraffa e di Roselli, sono state neutralizzate dall’ex Tognazzi, che ha parato il parabile e ha dato ai suoi compagni di squadra l’opportunità di portare a casa tre punti chiave in ottica salvezza. Mettiamoci gli evidenti difetti nella direzione del signor Nicola Di Caserta e l’ennesima debacle si è materializzata quasi come una logica conseguenza di un ormai infinito periodo di maga.

Caravaggio 3-1 Calcio Lecco 1912 (1-1)

Caravaggio (3-4-2-1): Tognazzi; Alushaj, Ferri, Ghidini; Careccia, Moreo (dal 19′ s.t. Redaelli), Mangili, Lamesta; Crotti, Comelli; Lella. A disposizione: Pala, Buzhala, Vezzoni, Pagliari, Murati, Tomas, Baldrighi, Granillo. All. Marco Bolis

Calcio Lecco 1912 (4-3-3): Nava; Scaglione, Rea, Merli Sala, Mureno; Compagnone (dal 23’s.t. Marchio), Cavalli, Roselli (dal 33′ s.t. Meyergue); Caraffa (dal 33′ s.t. Ghidinelli), Rabbeni (dal 29′ s.t. Cristofoli), Bignotti. A disposizione: Guagnetti, Luoni, Colombo, Visconti, Draghetti. All. Alessio Tacchinardi. 

Arbitro: Nicola Di Giovanni di Caserta (Gennaro Russo di Napoli e Giovanni Sepe di Frattamaggiore).

Note: terreno in ottime condizioni; spettatori 300 circa; ammoniti: Lella, Comelli (C) e Mureno, Rea, Caraffa, Meyergue (L); espulso Rea (L) al 35′ s.t. per doppia ammonizione; angoli: 8-5; recuperi: 0′ e 3′. Osservato un minuto di silenzio per la scomparsa di Azeglio Vicini.

Condividi questo articolo sui Social

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio