Seguici

Calcio

Pagelle | Nel Lecco pochi sufficienti. Caravaggio, Lella esalta il gruppo

Il Lecco è stato contestato al termine della partita
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Calcio Lecco 1912 voto 5: i timidissimi segnali di risveglio che portano al pareggio nella seconda metà del primo tempo non vengono confermati nella seconda parte della gara in cui torna ad essere la squadra senza nerbo e anima di questo anno solare

Nava 6: può poco sulle reti avversarie, si nota solo per un errore di superficialità che costa un angolo

Rea 5: battuto da Lella sul primo gol, incredibilmente ingenuo in occasione del secondo giallo

Cavalli 4,5: sembra quasi voler delegare ad altri ciò che invece compete a lui cioè la gestione della palla e della squadra tutta

Rabbeni 5: meno peggio delle ultime prestazioni ma sempre poco incisivo dove servirebbe

(Cristofoli s.v.: al rientro, poco tempo e palloni poco giocabili)

Bignotti 6: tra i pochi a creare qualcosa in avanti

Scaglione 4,5: ha sulla coscienza le prime due reti e altri pericoli lasciati correre a Nava

Mureno 6: ci ha abituati a ben altre scorrerie ma il suo supporto alla manovra prova sempre a darlo

Merli Sala 5,5: in difficoltà sull’uomo, deve anche assumersi compiti di regia che non gli si addicono

Roselli 5,5: ha sui piedi un’occasionissima che spreca e in mediana non riesce a dar manforte a Scaglione

(Ghidinelli s.v.: prova incolore giustificata da una squadra mentalmente fuori partita)

Compagnone 5,5: una delle sue prove migliori, nella prima frazione, cui fa seguito un secondo tempo incosistente

(Marchio 5: la topica del terzo gol non può salvarlo dopo un esordio fin lì sufficiente)

Caraffa 6,5: non gettasse alle ortiche il possibile secondo gol e pareggio sarebbe da voto superiore, unico di tutta la squadra a riuscire a sostenere il peso dell’attacco

(Meyergue s.v.: solo il tempo di un’ammonizione)

All. Tacchinardi s.v.: in una settimana non poteva fare miracoli, il finale di prima frazione illude ma il secondo tempo gli avrà fatto capire quanto difficile sarà il suo lavoro

Caravaggio 7: è bastato tenere linee corte e insistere nel punto debole della retroguardia avversaria per avere la meglio, senza particolari singoli in evidenza o alchimie tattiche

Tognazzi 6; Alushaj 5,5; Mangili 6; Moreo 6,5 (Redaelli 6); Ghidini 6,5; Ferri 6; Careccia 6 (Murati 5,5); Lamesta 6; Lella 7; Crotti 6; Comelli 7. All. Bolis 6,5

Arbitro sig. Di Giovanni di Caserta 6: senza infamia e senza lode, qualche dubbio lo lascia ma niente su cui si possa particolarmente recriminare

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio