Seguici

Calcio

Video | Scaglione e la ricetta di Tacchinardi: «Lecco, manca cattiveria»

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Da Lumezzane a Lumezzane, con la testa ben immersa nella bufera.

La gara d’andata del “Tullio Saleri” rappresentò una delusione atroce: i giovani bresciani, in inferiorità numerica, contro la Calcio Lecco conquistarono il primo punto dopo sette sconfitte consecutive, scatenando la contestazione all’esterno dell’impianto sportivo. Un pessimo precedente, che coronò una prolungata situazione di difficoltà, che aveva già vissuto il primo esonero di Delpiano, poi richiamato per la rinuncia di De Paola. A quella partita non prese parte il giovane difensore Mauro Scaglione, squalificato e costretto in tribuna dal turno di riposo forzato.

Il Lecco si è infilato in una nuova spirale di negatività. E, come successo, quella contro i rossoblù, storicamente avversari difficili, può servire per uscirne: «Quella con il Lumezzane è una partita che ci può aiutare a svoltare in questa prima fase del girone di ritorno – spiega Scaglione a Lecco Channel News -. Siamo in un circolo di risultati non positivi, una vittoria ci può aiutare a venirne fuori. Durante la settimana mister Tacchinardi ha lavorato parecchio sulla fase difensiva, pesonalmente mi ha aiutato a migliorare e mi ha fatto capire dove ho sbagliato a Caravaggio. Dobbiamo essere più cattivi e giocare con maggiore decisione, ma limitando falli stupidi e cartellini inutili

Dati alla mano, in questa stagione la Calcio Lecco ha collezionato diciannove giornate di squalifica, frutto di dodici espulsioni e tre squalifiche per cumulo di ammonizioni. Tante, troppe.

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio