Seguici

Rugby

Locatelli, buon sangue non mente: Samuele in ritiro con l’Italia Under 17

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Il più giovane della famiglia con grande tradizione rugbistica a Tirrenia per un raduno azzurro. L’obiettivo è entrare nei 25 che andranno in Francia. Il fratello Giancarlo: «È cresciuto tantissimo».

Un giovane lecchese con la maglia azzurra. Samuele Locatelli, fratello minore del veterano del Rugby Lecco Giancarlo (e di Mattia, ora in forze al Rugby Brescia), è stato chiamato dai responsabili tecnici della Nazionale Under 17 per un importante raduno che si svolge a Tirrenia da oggi, martedì, fino al 16 febbraio.

Non si tratta propriamente di una vera convocazione, ma di un passaggio fondamentale. Samuele, infatti, fa già parte del progetto dell’Accademia federale, e settimana scorsa ha partecipato a un preritiro a Parma con decine di coetanei. L’obiettivo è entrare nella rosa dei 25 che partiranno per la Francia agli ordini dai selezionatori dell’Italia Under 17, Paolo Grassi e Paul Griffen.

«Questi raduni sono estremamente utili per la crescita dei ragazzi», racconta il fratello Giancarlo, giocatore del Lecco e allenatore nel settore giovanile bluceleste. «È una tappa nel mezzo di un cammino di sviluppo e di formazione per gli atleti azzurri del futuro. Farne parte è sicuramente motivo di orgoglio e soddisfazione. Mi auguro che Samuele possa entrare nell’elenco di coloro che andranno a disputare due camp training insieme ai pari età transalpini».

Che tipo di giocatore è Samuele Locatelli? «Sono sicuro che abbia un ampio margine di crescita. Affronta per il primo anno questo tipo di esperienza e già è cresciuto molto a livello fisico. Allenarsi due volte al giorno per cinque giorni a settimana è fondamentale, così come confrontarsi con ragazzi preparati e ambiziosi. L’ho visto giocare ultimamente e inizia a sviluppare concetti rugbistici di alto livello. Da fratello posso anche dire che, staccandosi da casa e dovendo badare a se stesso, l’ho visto molto maturato. E la cosa mi fa particolarmente piacere. Così come confrontarmi con lui in allenamento congiunto una volta a settimana. È una cosa molto piacevole». La dinastia Locatelli continua. Del resto, buon sangue non mente.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Rugby