Seguici

Volley

Benny Bruno, cuore di capitano: «Abbiamo raggiunto un sogno»

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Il simbolo della Picco, Bruno, racconta l’emozione della promozione in B1. «Questa squadra ha avuto grande voglia di lavorare e migliorarsi»

È il faro della squadra. Il capitano. Una guida per le compagne, giovani ed esperte. Benny Bruno esulta per la promozione della sua Picco in Serie B, ma allo stesso tempo richiama alla concentrazione: c’è da vincere le ultime due partite stagionali. Perché di successi non si è mai sazi a sufficienza.

«Siamo molto soddisfatte dell’obiettivo raggiunto, era un sogno che si inseguiva da qualche anno e raggiungerlo è stato importante», spiega. «Sapevamo quanto fosse difficile, lottare ogni settimana per cercare di muovere la classifica non è mai facile. Abbiamo lavorato tanto per migliorare e affinare il nostro gioco, e i risultati si sono visti».

Le protagoniste dell’impresa della Picco

La Picco è reduce da un periodo intenso e ricco di vittorie. Qualcuno può pensare sia stata una passeggiata, ma non è affatto così. «Vincere 15 partite su 16 disputate non è facile sia dal punto di vista tecnico sia mentale, perché restare con la testa sul pezzo richiede impegno e voglia. Sapevamo dove volevamo arrivare e cosa volevamo raggiungere. Ci siamo messe in testa un obiettivo e lo abbiamo raggiunto, lavorando tantissimo, anche con battute d’arresto perché dalle poche sconfitte rimediate abbiamo imparato cosa migliorare per tagliare il traguardo».

Benny ha trovato da subito, quest’anno, l’ambiente giusto per cercare di inseguire l’impresa. «Lo scorso anno andò male alla Picco, con la beffa di Gorla che impedì non solo di vincere il campionato, ma anche di andare ai play-off. Fin dal primo giorno in palestra ho visto negli occhi di questo gruppo una grande voglia di rivalsa, di migliorarsi continuamente, e l’allegria giusta. Le proposte di allenamento sono state a volte faticose, ma sempre vissute con partecipazione e sorriso sulle labbra».

Vicina al ritiro? Non è detto

In molti pensano che Bruno smetterà e che le prossime saranno le ultime due partite della sua carriera. Ma una decisione ufficiale non c’è. «Non lo so ancora – chiarisce – preferisco come sempre finire quello che sto facendo e pensare poi a quello che sarà dopo. Ho in testa tanti pensieri che al momento sono accantonati nel mio cervello. Voglio giocare queste due partite e provare a vincerle, poi quando cadrà l’ultimo pallone farò chiarezza nella mia testa e prenderò una decisione».

Condividi questo articolo sui Social

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Volley