Seguici

Calcio Lecco 1912

Il Bari a De Laurentiis. Tra le cordate che ci hanno provato c’è anche quella di Di Nunno

Paolo Di Nunno, a destra, con il figlio Gino
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Il patron della Calcio Lecco ha presentato un’offerta per l’acquisto della società pugliese che dopo il fallimento ripartirà dalla Serie D

Il Bari è di Aurelio De Laurentiis. Sarà il patron del Napoli a guidare la scalata della storica società biancorossa al ritorno nel professionismo. I pugliesi, infatti, dopo il fallimento sportivo ripartiranno dalla Serie D. Categoria in cui, purtroppo ormai dal 2012, milita la Calcio Lecco.

Cosa c’entrano le due realtà? Apparentemente poco. In realtà, come è stato svelato nelle ultime ore, tra le dieci cordate che avevano mostrato interesse nel rilevare il Bari c’è anche la “Costituenda” guidata da Paolo Di Nunno, attuale proprietario della società bluceleste.

La svolta è giunta nella giornata di martedì, in cui il progetto di De Laurentiis ha convinto il sindaco del capoluogo pugliese, Antonio Decaro, ad affidare le chiavi del rilancio alla SSC Bari. Queste le altre cordate che si erano fatte avanti per rilevare il club: ASD Bari Calcio (Vito Luigi Blasi), Costituenda (Paolo Di Nunno), Costituenda (Enrico Preziosi), AS Bari Calcio Academy (Francesca Ferri), ASD Bari 1908 (Nicola Canonico), Sportman Srl (Alessio Sundas), AS Bari 1908 (Fulvio Monachesi), SS Bari 1908 (Gianvito Giannelli – Imprenditori baresi), SS La Bari 1908 Srl (Claudio Lotito), Costituenda (Consortium Djarum).

Di Nunno è dunque rimasto beffato. Molti tifosi blucelesti si chiedono comunque i motivi dell’interesse del patron, pugliese di nascita, all’acquisto del Bari, squadra che dovrà ripartire dalla Serie D, stesso campionato del Lecco. I regolamenti federali sono chiari: non è possibile avere quote di maggioranza di due club nella stessa categoria, sia essa professionistica o dilettantistica.

Domanda cui per ora non è dato sapere la risposta. Sarà lo stesso Di Nunno, nell’eventualità, a chiarire il perché di questa mossa.

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912