Seguici

Canottaggio e nuoto

Europeo di Glasgow, Goretti si mette al collo uno splendido argento

Martino Goretti a Glasgow (Foto Fic)
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Martino conduce una grande gara e cede solo all’allungo dello svizzero Schmid: «Grazie al mio allenatore e a papà Eros: a 30 anni mi sono reinventato»

Martino Goretti non tradisce mai. Il veterano mandellese delle Fiamme Oro, cresciuto alla Canottieri Moto Guzzi, si è infilato al collo la medaglia d’argento nella finale del Singolo Pesi leggeri all’Europeo di Glasgow.

Goretti ha gareggiato in acqua 5, partendo bene con il britannico Mottram e restando in scia allo svizzero Schmid che ha comandato sino a metà gara. Dai mille metri in avanti, Goretti ha accelerato in un vero e proprio testa a testa con l’elvetico, non riuscendo però a recuperare un distacco minimo. Per lui è arrivata in ogni caso una splendida medaglia d’argento.

Glasgow: Panizza medaglia d’oro nel Quattro di coppia

«Questo argento per me ha un grande valore – ha spiegato Goretti, dopo la gara, sul sito federale – Dal 2003 fino all’Olimpiade di Rio 2016 ho sempre remato di punta, poi il Quattro senza leggero è stato tolto dal programma e così a 30 anni mi sono reinventato vogatore di coppia, e non avrei mai pensato di salire sul podio europeo in singolo. Per tutto questo devo ringraziare mio papà Eros che ha sempre creduto in me, le Fiamme Oro, dal comandante al mio allenatore Valter Molea, per avermi accompagnato in questo mio personale percorso, oltre alla Federazione che mi ha permesso di essere qui oggi. Il mio obiettivo a lungo termine è salire sul doppio Pesi Leggeri per Tokyo 2020, ma intanto mi godo questa medaglia e penso al Mondiale di Plovdiv».

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Canottaggio e nuoto