Seguici

Nuoto

Andrea Oriana è pronto all’impresa: la Traversata della Manica

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Il campione lecchese della Canottieri Lecco è a Dover in attesa del via libera della capitaneria per cominciare la traversata di 34 km sino a Calais

Il giorno buono potrebbe essere domani, mercoledì 22 agosto 2018. Il nuotatore lecchese Andrea Oriana, 45 anni, tenterà di abbassare il record italiano della Traversata della Manica, replicando l’impresa che negli anni Settanta fu firmata da un altro nostro grande esponente del nuoto, Leo Callone.

Oriana, ex-olimpionico, primatista italiano nello stile delfino e mental coach, sta attendendo con il suo team buone notizie dalla capitaneria riguardo le condizioni meteo per partire (fino al 25 agosto) dalle scogliere di Dover e giungere in terra francese a Calais, attraversando 34 chilometri di oceano.

Oriana è da giorni in Inghilterra per rifinire l’allenamento, dopo mesi di preparazione con un nutrito staff di collaboratori. Diverse le difficoltà di nuotare nella Manica, dove l’acqua è mossa da forti correnti e la temperatura si attesta sui 15-16° C. A proteggere il campione lecchese ci sarà soltanto un leggero strato di grasso di balena spalmato sul corpo, mentre la barca dell’organizzazione della Channel Swimming & Piloting Federation lo seguirà a ogni bracciata.

«Oggi buon allenamento di 4 chilometri»

«Nella zona del porto c’è un’area dedicata al nuoto e ho fatto un’ora di allenamento, coprendo la distanza di di 4 km – ha scritto in mattinata Oriana aggiornando il suo diario quotidiano su Facebook – Non mi faccio mai mancare nulla e dato che sono andato ben oltre le boe, la capitaneria di porto è venuta e riprendermi per scortarmi verso acque più sicure. Il mio team ne ha approfittato per visitare la Cattedrale di Canterbury e le monumentali scogliere di Dover. Uno spettacolo affascinante, a cui abbiamo dedicato una breve diretta Facebook. Oggi è un altro giorno di attesa, ma da domani potremmo entrare nel vivo di questa sfida. Simon Ellis, lo skipper della barca, ieri sera ha indicato come fortemente probabile la partenza nel pomeriggio del 22. Incrociamo le dita. Si potrebbe partire il pomeriggio perchè in questo momento sta accompagnando un altro nuotatore nella traversata, che dovrebbe impiegare circa 18 ore».

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Nuoto