Seguici

Basket

La Np Olginate è pronta: «Cresceremo ancora»

Fabio Ripamonti e Fausto Chiappa
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Strutturarsi sempre più come società e allargare il settore giovanile. Sono i principali obiettivi della Gordon Np Olginate per la stagione 2018/19 ormai alle porte

A dichiararlo sono stati i vertici del club biancoblu durante la presentazione ufficiale andata in scena nella suggestiva ed elegante cornice del ristorante Il Griso di Malgrate.

Nell’occasione, con la conduzione del responsabile dell’area comunicazione Alberto Casati, è stato introdotto il roster della Serie B, insieme allo staff tecnico. Un aspetto ovviamente primario, per Npo, ma l’impressione è che si sia scelto un “basso profilo”, senza indicare un obiettivo sportivo preciso (se non «acquisire autorevolezza in campo, giocare per fare divertire il pubblico»), per consentire a coach Massimo Meneguzzo di lavorare in serenità e plasmare un gruppo molto giovane e in parte inesperto a questi livelli.

«L’obiettivo è crescere come struttura, diventare più “impresa” e meno associazione sportiva – ha dichiarato il presidente Fausto Chiappa – Vogliamo creare una rete fra le aziende che ci sostengono. Per quanto concerne il settore giovanile, è un nodo centrale del nostro progetto e vorremmo arrivare in futuro, magari già dalla prossima estate, ad avere una squadra in ogni campionato».

Il general manager Fabio Ripamonti, nel definire “sfortunato” l’epilogo dello scorso anno (retrocessione ai play-out, poi ripescaggio), ha sottolineato però quanto «alcuni aspetti positivi ci abbiano fatto riflettere e ci abbiano inorgoglito. Il bilancio in termini d’immagine è senza dubbio positivo, ci sono stati ottimi riscontri un po’ ovunque siamo andati a giocare. Ora è il momento di aprire un nuovo corso, per questo mi sono rivolto, coinvolgendolo, all’amico Fausto. Si è dato il via a un progetto tecnico che auspichiamo durevole negli anni».

Proprio Massimo Meneguzzo rappresenta il perno di questo progetto. Il coach si è definito «meravigliato della struttura e dell’organizzazione trovata. C’è una grande voglia, non potevo dire di no e sono qui per dare il massimo». La sua mission è la solita: migliorare giocatori di pallacanestro dentro e fuori dal campo.

L’allenatore ha così chiamato uno a uno tutti i componenti dello staff tecnico e della rosa, dal capitano Matteo Marinò a Marco Tagliabue – le due conferme – a tutti i nuovi, giovani e un po’ più esperti. È una sfida appassionante e complicata: scrivere un finale diverso rispetto alla scorsa stagione. Ma Npo ha tutte le carte in regola per riuscirci.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Basket