Seguici

Basket

Il Basket Lecco guarda lontano: «Formare uomini e giocatori»

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

La terrazza della Canottieri ha ospitato la presentazione della prima squadra e del settore giovanile. Tallarita chiaro: «Obiettivo play-off di Serie B»

La storia, ormai divenuta leggenda, racconta che i colori dello sport lecchese nacquero in Canottieri, a inizio Novecento: il blu del lago e il celeste del cielo, spettacolo naturale che si può ammirare nelle giornate di bel tempo dalla terrazza della sede del più antico sodalizio cittadino.

Non poteva avere dunque una collocazione migliore la presentazione del Basket Lecco 2018/19: la Canottieri Lecco, dove il bluceleste è nato e dove nel tardo pomeriggio di oggi ha fatto bella mostra di sé sulle canotte della compagine che affronterà il settimo campionato consecutivo di Serie B.

Alla presenza del presidente Antonio Tallarita, del sindaco di Lecco Virginio Brivio e del coach Antonio Paternoster, sono sfilati uno a uno i giocatori della prima squadra e delle formazioni del settore giovanile. Di fronte a un pubblico numeroso, e a diverse autorità cittadine, il Basket Lecco ha illustrato i propri obiettivi per la stagione alle porte e per il prossimo futuro. Lo ha fatto per primo Tallarita, riannodando il filo con il recente passato.

«Dieci anni e non vogliamo fermarci»

«In questi dieci anni di gestione abbiamo sconvolto il basket del territorio – ha spiegato il presidente – Avevo un sogno: portare i ragazzi del territorio in serie B crescendoli nel vivaio. Ce l’abbiamo fatta, un paio di stagioni fa siamo arrivati ad avere nel quintetto titolare diversi giocatori formati qui. Ne vado orgoglioso e fiero. Ringrazio tutti i dirigenti e gli allenatori, e mi rivolgo ai genitori: non ci vogliamo fermare, abbiamo nuovi obiettivi da raggiungere».

Su questo punto ha insistito anche il sindaco Brivio. «Tallarita è rimasto, con il suo carattere forte e determinato, e qualche eccesso caratteriale che però infonde passione ed energia. Quest’anno si parte con tanti cambi, in panchina e nell’organico, ma mi sembra importante sottolineare che a Lecco non esiste soltanto il calcio bensì anche altri sport. Ecco perché continueremo a promuovere l’avvicinamento alla pratica e l’adeguamento delle strutture: siamo in fase di omologazione di due nuove palestre nel territorio per il basket. Quindi viva l’attenzione ai giovani, perché è un bene in sé e perché può arricchire le nostre squadre nelle serie superiori».

Ultima amichevole: il Basket Lecco espugna Desio

Sulla terrazza della Canottieri, prima che sfilassero i ragazzini del settore giovanile, al microfono di Massimo Sanvito e Marco Corti sono intervenuti i giocatori della Serie B e lo staff tecnico, in testa il capitano Juan Martin Caceres. «Sono contento di vedere quei ragazzini seduti li, sono il futuro – ha dichiarato il tecnico Paternoster – Dobbiamo essere prima di tutto formatori e creare uomini. Ringrazio il presidente per avere accettato le mie idee e avere portato i giocatori richiesti qui a Lecco. Siamo giovani e ambiziosi, solo lavorando potremo raggiungere gli obiettivi. Ci alleneremo duramente. I dettagli faranno la differenza, vogliamo un Bione caldo e affollato».

Paternoster non si è voluto sbilanciare sugli obiettivi stagionali, ma Tallarita ha sgombrato il campo da ogni dubbio: «Dobbiamo arrivare ai play-off ancora una volta, è l’asticella minima». La mission scatterà dunque domenica 7 ottobre alle 18 contro San Vendemiano al Bione. Non ci sarà il suggestivo panorama offerto dalla terrazza della Canottieri, ma in fondo si tratta sempre di emozioni blucelesti.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Basket