Seguici

Basket

Paternoster: «L’assenza di Cacace ha pesato, ma ci abbiamo provato sino alla fine»

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Il tecnico bluceleste commenta in sala stampa il ko con San Vendemiano: «Abbiamo pagato a rimbalzo, muovendo poco la palla nell’ultimo quarto»

Una grande amarezza, chiaramente. Ma anche la consapevolezza che questo Basket Lecco, quello visto domenica al Bione nell’esordio negativo contro San Vendemiano, non sarà quello “definitivo”. Anzi. Coach Antonio Paternoster in sala stampa, al termine del match, ha analizzato l’incontro con estrema lucidità, senza allarmarsi e senza allarmare troppo.

«Abbiamo pagato lo scotto del debutto in casa, un gruppo nuovo e giovane che giocava di fronte al suo pubblico. Inoltre contro una compagine forte che è già diventata una squadra – ha spiegato il coach – Abbiamo sofferto l’assenza di Cacace per falli e quella di Chinellato, due giocatori importanti, perdendo fisicità e altezza in uno spot importante e abbiamo così pagato a rimbalzo. Tuttavia siamo rimasti in partita sino alla fine, anche dopo un loro break significativo. Il tiro da tre di Brunetti poteva riaprire il match a quattro dalla fine. Dobbiamo lavorare tantissimo e cercare di non commettere gli errori commessi».

La cronaca e le foto del match

Il Lecco ha faticato molto ad attaccare la difesa schierata di San Vendemiano quando, dal secondo quarto in avanti, non è più riuscito a ribaltare il fronte con velocità. «A inizio quarto abbiamo tenuto la palla troppo statica – analizza Paternoster – Certo, la stanchezza, però non abbiamo giocato d’insieme e, peccando di gioventù, abbiamo pensato che per risolvere la situazione bastasse l’uno contro uno sistematico. Abbiamo pagato caro questo atteggiamento. Ai ragazzi dirò che perdere non fa mai bene, dobbiamo continuare a lavorare per ottenere risultati».

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Basket