Seguici

Calcio

Calcio Lecco, derby a reti bianche per la Juniores. Espulso Di Bella

Mattia Alborghetti, sceso in campo con la Juniores Nazionale della Calcio Lecco 1912
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

Finisce a reti bianche il derby Juniores tra Lecco e Como. Un punto che non accontenta nessuno, ma che fa morale per i blucelesti, bravi e generosi nel tenere botta in 10 contro 11 per più di un tempo. Al triplice fischio il risultato è corretto: i portieri escono dal terreno di gioco praticamente con i guanti puliti, eccezion fatta nel finale per Belladonna che con una bella parata è costretto a blindare il risultato.

Nel consueto 4-3-3 di Cristiano ci sono anche Belladonna, Alborghetti, Meneghetti e Di Bella, fresco di esordio in Serie D nell’ultima giornata contro il Borgaro Nobis. Il match inizia con entrambe le squadre che si studiano per capire dove pungere. Il Como prova a imporre il proprio gioco, ma il Lecco non arretra di un centimetro e non concede praticamente nulla. Il più attivo tra le fila comasche è Manfrè, ma mai senza impensierire un inoperoso Belladonna. Al minuto 41’ l’episodio che cambia il match, Di Bella recupera palla e scatta sulla fascia, Aliu lo sgambetta da dietro e l’arbitro fischia il fallo. Si accende un battibecco tra i due. Il direttore di gara è inflessibile ammonizione per entrambi e quindi rosso per il terzino bluceleste, che finisce anzitempo negli spogliatoi per somma di gialli. Cristiano corre ai ripari e toglie Campanella per inserire il difensore Brambille. Il Lecco prova il forcing finale, ma la prima frazione si chiude sullo 0 a 0.

Nella ripresa il Como, forte dell’uomo in più, prova ad aumentare i giri del motore, ma i ragazzi di Cristiano non si scompongono. Il Como ha la ghiotta occasione di passare in vantaggio con Manfrè che da dentro l’area piccola spreca clamorosamente. Non succede molto, i blucelesti tengono bene il campo e cercano di ripartire in contropiede, ma Valerio è troppo isolato per essere pericoloso. L’occasione arriva da palla ferma con Brambille che di testa impegna Belloni. Nel finale i comaschi tentano l’assedio, Rollo nel recupero da fuori area scarica un rasoterra indirizzato verso la porta, ma Belladonna è reattivo e devia in angolo.
È l’ultima emozione di una partita dove il Lecco, per via dell’uomo in meno, ha dovuto reinterpretare un’altra partita, dimostrando di giocarsela anche in 10 contro 11.

Calcio Lecco 1912 0-0 Como 1907

Calcio Lecco 1912 (4-3-3): Belladonna, Malvestiti, Di Bella, Rossi, Alborghetti, Arisi, Guzzetti (Roversi dal 83’), Meneghetti, Campanella (Brambille dal 43’), Valerio, Bastianelli (Accordino dal 62’). A disposizione: Barresi, D’Angelo, Siviero, Monza, Lamperti. Allenatore: Giovanni Cristiano.

Como 1907 (4-3-3): Belloni, Soldi, Borra, Ceriani (Rollo dal 52’), Hannioui, Riva, Toniolo (Kouadio dal 67’), Cantele, Simbaldi (Zappa dall’85’), Manfrè, Aliu. A disposizione: Scheggia, Rezzonico, D’Isidoro, Galli, Poerio, Corbetta. Allenatore: Claudio Pilia.

Ammoniti: Di Bella (L) e Ceriani, Aliu, Borra (C); espulso: Di Bella (L) al 41’ pt per doppia ammonizione. 

Arbitro: Sig. Pietro Manti (Bergamo)
Assistenti: Sig. Marco Salvi (Bergamo) – Sig. Simone Tiraboschi (Bergamo)

(cronaca e tabellino da calciolecco1912.com)

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio