Seguici

Tennis

«Stagione super per il Tc Lecco. L’anno prossimo punteremo alla A1»

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

Il coach dei blucelesti Adamo Panzeri traccia il bilancio dopo lo spareggio vinto contro L’Aquila, evidenziando virtù e margini di crescita della squadra

Il Tennis Club Lecco ha mantenuto la Serie A2, forte di un cammino davvero convincente. Solo un pizzico di sfortuna ha negato i play-off alla squadra bluceleste, relegandola invece al play-out vinto con autorità 4-0 su L’Aquila. Coach Adamo Panzeri traccia però un bilancio più che positivo di questa stagione, volgendo già lo sguardo al futuro.

«Quello di domenica è stato un grandissimo risultato, sapevamo di essere più forti de L’Aquila come avevamo detto alla vigilia – spiega – ma quando parti favorito devi sempre dimostrarlo sul campo e diventa tutto più difficile. Abbiamo salvato la serie A2 ed è un risultato che ci rende orgogliosi, siamo soddisfatti e lo abbiamo festeggiato alla grande».

Martini, stagione perfetta: «Sono cresciuto»

I singolaristi hanno risposto presente, rendendo inutile lo svolgimento del doppio. «Ancora una volta ottima prestazione di Ottaviano Martini, settima vittoria in altrettanti incontri. Iannuzzi è uno specialista del serve & volley e ha deliziato il pubblico lecchese con alcune giocate meravigliose, ma Otto è stato migliore, con coraggio e un pelo di fortuna in un paio di circostanze è riuscito a breakkarlo e a vincere. Sta lavorando bene, con impegno, faccio sinceri complimenti a Martini».

Crugnola, Vitari e Frigerio hanno fatto il resto. «Marco ha fatto valere la sua esperienza contro Picchione, non c’è stata partita, è una garanzia – continua Panzeri – Stesso discorso per Jonata Vitari, nell’unica partita che sulla carta ci vedeva favoriti. Non è mai facile ma Jonny ha giocato con serenità. Sul 3-0 Lorenzo Frigerio ha affrontato Di Nicola, pari classifica, ma Lori è andato in crescendo, in totale controllo della partita».

Il futuro non può che sorridere, anche perché il Tc Lecco ha dalla sua la “roccaforte” casalinga, il veloce al coperto, sul quale ha vinto 23 partite a fronte di una sola persa.

La roccaforte casalinga è un valore aggiunto

«Abbiamo disputato un ottimo campionato e ci siamo trovati ad affrontare i play-out – continua Panzeri – Lo dico con rammarico: avremmo dovuto giocare i play-off. Faccio autocritica: forse le mie scelte tattiche potevano essere migliori, porterò con me queste esperienze per il futuro, per affrontare in maniera meno “spavalda” le trasferte. Fra un anno i ragazzi saranno ancora più forti, sono convinto che saremo in grado di lottare per la A1: ho detto ai ragazzi che l’obiettivo dovrà essere quello. In casa a tratti siamo ingiocabili, dobbiamo fare tesoro della superficie veloce provando a migliorare dove abbiamo ancora margine».

Ultima parola per lo straordinario pubblico lecchese. «Grazie a chi ci è stato vicino, salvarsi in A2 è un orgoglio per noi ma anche per la città che si trova una squadra così in alto. Grazie anche alla dirigenza che ci ha fatto sempre sentire vicinanza e ci ha messo nelle condizioni di lavorare al meglio».

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Tennis