Seguici

Calcio

Calcio Lecco, Gaburro fa il punto su squadra e mercato: «Ma ora pensiamo solo alla Sanremese»

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 6 minuti

Dicembre, tempo di bilancio sportivo in casa Calcio Lecco 1912. A presentarlo è mister Marco Gaburro, coadiuvato dal DG Angelo Maiolo.

Quello che emerge dai numeri, in grado di approfondire il solo dato dei punti fin qui fatti (35) e il temporaneo primato in classifica, è un discorso ampio e variegato, con una partenza ben delineata (oggi) e un futuro prossimo (maggio) cui giungere lanciati per centrare pienamente l’obiettivo Serie C. Dopo aver raccolto e analizzato egli stesso i dati più interessanti, è proprio Gaburro a presentarli in conferenza stampa.

Calcio Lecco: da settembre a dicembre in numeri

Il primato della squadra bluceleste nel Girone A di Serie D è frutto di undici vittorie e due pareggi, che hanno portato in dote 35 punti (18 in casa e 17 lontano dal “Rigamonti-Ceppi”); trentatrè i gol realizzati, di cui 12 su palla inattiva (6 corner, 3 punizioni laterali, 2 punizioni dal limite e un solo rigore, realizzato da Segato) e 21 su azione (12 cross, 9 grazie a penetrazioni centrali e un’azione individuale). Lato difesa: le otto reti incassate, miglior dato del raggruppamento, sono arrivate in gran parte (6) lontano dalla casa lecchese, incassate in gran parte su palla inattiva (2 corner, una punizione laterale a Stresa e due rigori) e più raramente su azione (3, di cui 2 su cross laterale e una su penetrazione centrale a Savona).

Il Lecco, con il passare del tempo, ha migliorato nettamente il rendimento sulle palle inattive a sfavore e ha incassato meno gol (5 contro 2) tra i primi due blocchi (prime 5 e successive 5 partite) della stagione a parità di tiri concessi (25). Davanti, è migliorata l’incisività: si è segnato meno, di recente (13 contro 10, esclusa la goleada al Borgaro Nobis), ma si è tirato di più (56 contro 78). Per quanto riguarda i corner a favore, il dato è complessivamente peggiorato (tirati 34 calci d’angolo rispetto ai 22 del primo blocco, gli impatti sono saliti a 13 rispetto agli 8 precedenti): «Aumenteremo le varianti con cui attacchiamo la porta avversaria», spiega Gaburro. L’attacco, nel periodo preso in esame (prime dieci partite, lo ricordiamo) ha girato a livelli altissimi (20 gol, top scorer Capogna con 6), così come sono stati tanti i gol portati in dote dai difensori (6); prolifico anche il reparto di centrocampo (6).

La rosa minuto per minuto

Capitan Malgrati e David Magonara sono stati i giocatori più impiegati con 1170 minuti complessivi e 13 partite disputate, seguiti da Gabriel Corna (1107′), Nicola Segato (1080′), Giancarlo Lisai (1065′) e Simone D’Anna (1021′). Sotto la “quota mille” troviamo Riccardo Capogna (980′), Jordan Pedrocchi (934′), Alexandros Safarikas (720′), Marco Moleri (787′), Fabrizio Carboni (652′) e Ivan Merli Sala (597′). Poi, eccezion fatta per Ilario Guadagnin (450′), il quantitativo di minuti accumulati scende considerevolmente: impiegati spesso (10-13 partite), ma sovente a gara in corso, sono stati Tommaso Lella (276′), Michele Silvestro (274′), Gianluca Draghetti (246′) e Mattia Poletto (152′). Scarso (1-7 gare), infine, l’impiego di Gianmarco Meneghetti (57′), Mattia Alborghetti (40′), Edoardo Di Bella (20′), Davide Caraffa (13′) e Giulio Calloni (11′). Spiccioli, causa infortunio, per Guillermo Pèrez (48′), mentre sono zero i minuti disputati da Stefano Ruiu e Graziano Belladonna, ex lungodegenti.

«Ventitrè giocatori su venticinque sono scesi in campo – spiega Gaburro -. Di essi, Malgrati e Magonara non sono mai usciti dal campo; in difesa, poi, siamo sempre partiti con la stessa coppia dei terzini. Abbiamo mostrato un’ottima adattabilità da centrocampo, mentre siamo stati molto costanti nello schieramento del tridente di base là davanti; a mio parere, oggi Lisai, D’Anna e Capogna sono i tre attaccanti più forti del Nord Italia».

Pèrez, Guadagnin e Caraffa: situazioni in corso di valutazione

«E’ probabile che Guadagnin lascerà il Lecco per volere del Vicenza, intenzionato a valorizzare il giocatore attraverso un impiego maggiore. Se così sarà, inseriremo un altro portiere del 1999 in rosa, mentre Belladonna rimarrà con noi: io voglio avere tre portieri a disposizione, è un ruolo troppo delicato per correre rischi. La delicata situazione che sta vivendo Pèrez non ha una data di conclusione precisa: lui deve solo pensare a recuperare bene, senza incappare in altre ricadute; a oggi è un punto di domanda e anche per questo inseriremo un altro giocatore in rosa (verosimilmente Dragoni, anche se Gaburro non ha voluto far nomi, ndr). Se uscirà Caraffa, infine, inseriremo un altro under in attacco, ma più giovane (1999 o 2000)».

Certo, invece, è l’acquisto di Ibrahima Ba dall’Ercolanese Granata (Girone H): il classe 1998 rimpolpa un centrocampo che dovrebbe perdere Gianmarco Meneghetti (2000) per ricollocamento nel ruolo di terzino destro: «Voglio valutarlo in quella posizione prima di decidere se cercare un altro tassello sul mercato anche in quella posizione». Infine, Alborghetti: «Gli ho spiegato chiaramente che sarà importante averlo pronto nel ruolo di difensore centrale, perchè in alcune gare sarà necessario mettere tanti over negli altri due reparti».

«Silvestro? Il suo impiego aumenterà»

Le scelte effettuabili, illustrate da Gaburro, sono circa trenta, al lordo dei movimenti di mercato. Il rischio può essere quello di un certo sovraffollamento, che possa penalizzare elementi dalle indubbie qualità come Michele Silvestro: «Ha delle doti importanti, ma l’assenza di Pèrez ci ha spesso costretto a fare delle scelte diverse in attacco. Il suo impiego sarà maggiore con il passare del tempo, questo di certo». Infine, quasi una liberazione: «Abbiamo parlato di calciomercato e di ciò che abbiamo fatto fino a questo momento, anche perchè è una fase che crea del fastidio all’interno dei giocatori se non viene affrontata con chiarezza. Da adesso, però, pensiamo solo alla Sanremese».

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio