Seguici

Calcio

Sala Stampa | Gaburro: «Perdere così infastidisce». Le parole di Lisai e Lella

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

E’ evidente la rabbia nei giocatori della Calcio Lecco 1912 dopo la sconfitta patita a Sestri Levante.

La terza trasferta in terra ligure si è conclusa con un’altra delusione, questa volta nella forma più cocente: la squadra di Gaburro si è fatta rimontare dai padroni di casa, che grazie al centravanti Croci si sono regalati un pomeriggio di meritata gloria. Dall’altra parte della barricata, anche la delusione per non aver cavato almeno un punto da una partita che si era messa nel miglior modo possibile grazie alla fiammata di Lisai a inizio ripresa. Poco male per la classifica, dove la Sanremese rimane cinque punti più sotto vista la sconfitta patita con l’Inveruno.

«Il Sestri non ha rubato niente – esordisce mister Gaburro al microfono di LCN -. Per noi è stata una partita complessa, ci sono mancate energie e distanze. Perdere 1-0 mi avrebbe dato fastidio, certo, ma farlo così mi rode, anche se va detto che ci abbiamo messo molto del nostro. Abbiamo pagato tante cose in una sola giornata, oggi il campionato ci ha ricordato che ci sono anche gli altri. Cambi? Molto è stato improvvisato, quello del 2000 era un nervo scoperto, abbiamo pagato anche questo. Alcune scelte avevano dato frutti inizialmente, ma forse poi si sono rivelate un boomerang. La sconfitta ci è servita, perchè ha enfatizzato alcune lacune che abbiamo sempre saputi di avere, quando va tutto bene si pensa di avere un valore più alto di quello reale. Non sarà una battuta d’arresto a fermarci, non è nostra intenzione diventare superficiali».

Il gol di Lisai non è bastato: «Le partite sono tutte difficili – spiega l’esterno sardo -, il problema è che l’avevamo indirizzata bene, ma abbiamo sbagliato troppo e ci è costata cara. Abbiamo avuto un calo che non mi spiego, di cui loro hanno approfittato senza grandi sforzi. Le partite fanno tutte storia a sè, possiamo essere puniti da chiunque se abbassiamo il livello dell’attenzione. Ho visto molta rabbia nello spogliatoio, la trasformeremo in forza».

Rammarico anche per Tommaso Lella: «E’ stata una partita molto intensa e fisica, loro hanno giocato una gara molto aggressiva inizialmente, poi abbiamo preso in mano il pallino del gioco, sfruttando l’ampiezza. Dovevamo essere più bravi a gestire il risultato, usando il palleggio contro una squadra che ha molta gamba. Il pareggio non avrebbe fatto schifo, assolutamente. Da Sestri portiamo via la consapevolezza che il campionato è molto lungo, l’approccio è stato comunque da squadra umile, ma le partite non sono mai finite. La caduta dei giganti? Fa rumore e lo farà, stiamo facendo molto bene ed è sintomatico di questo.»

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio