Seguici

Canoa

Ripamonti: «Il 2019 sarà l’anno del riscatto: punto Tokyo 2020»

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Il canoista delle Fiamme gialle, al lavoro con il gruppo federale, fissa gli obiettivi della nuova stagione, lasciandosi alle spalle il 2018

Dodici mesi per cercare il riscatto. Con un unico pensiero nella mente: la qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo 2020, per rivivere la magia dei Giochi già saggiata nel 2016 a Rio, possibilmente con un risultato finale diverso.

Nicola Ripamonti, alfiere delle Fiamme gialle cresciuto alla scuola della Canottieri Lecco, la notte di San Silvestro si è buttato alle spalle il 2018, focalizzandosi sui nuovi obiettivi che la stagione alle porte gli metterà di fronte. «Quello appena concluso – racconta a LCN – purtroppo non è stato un anno ricco di risultati sportivi, ma molto ricco di esperienze che mi accompagneranno e motiveranno in futuro».

Anche Ripamonti, come il conterraneo Alessandro Gnecchi, è al lavoro con il gruppo federale per preparare al meglio i prossimi appuntamenti agonistici. «La stagione 2019, iniziata già da qualche mese, è molto stimolante, il ritorno di Oreste Perri ha dato inizio a una nuova avventura – prosegue il ballabiese – Conoscendo la sua fama, mi infonde la sicurezza che possiamo puntare veramente in alto ora, e che alla fine sarà un viaggio fantastico. Il 2019 è un anno molto importante e decisivo, l’obiettivo insieme alla squadra è qualificarsi per le Olimpiadi di Tokyo 2020».

Condividi questo articolo sui Social

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Canoa