Seguici

Video

Picco Lecco, coach Milano: «Abbiamo evitato una trappola. Sironi? La conoscevamo così»

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Un derby vinto nel segno di un’ottima difesa e di una fase offensiva alquanto incisiva.

Una vittoria larga, favorita dall’assenza delle ospiti (entrambe in ospedale e a loro va anche il nostro augurio di pronta guarigione) Torrese, libero, e Santamaria, centrale, ma prodotta da una AcciaiTubi Picco Lecco nella sua versione ideale: cattiva e cinica, capace di mettere in luce ogni più piccola lacuna della Tecnoteam Albese con Cassano per trarne massimo giovamento. Per la soddisfazione di coach Gianfranco Milano, che plaude alla compattezza di un gruppo che corre veloce verso la maturità definitiva.

«Sapevamo che questo derby sarebbe stato ingannevole da tanti punti di vista – spiega coach Milano a LCN -. Non volevamo cadere nella trappola di pensare alla classifica. Abbiamo lavorato molto sul servizio, sfruttando le loro lacune e senza forzare le giocate per costringerle spesso all’errore. Abbiamo anche tenuto benissimo le diagonali, cosa che ci ha permesso sempre di rigiocare e tenere il pallino del gioco sempre in mano. Sironi? Era una neofita, seppur con dei campionati di Serie B1 già alle spalle; ha fatto subito cose buone, lavorando bene a muro. Sapevamo bene il valore di questa ragazza, aveva solo bisogno di ritagliarsi il suo spazio e ora siamo consci di avere una freccia in più da scagliare».

Picco Lecco, derby senza storia: Albese al tappeto, Busto più vicina

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Video