Seguici

Calcio

Calcio Lecco, è qui la festa! Gli scatti di Borgaro: al via un mese di celebrazioni

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Il triplice fischio, cinque minuti d’attesa, il pareggio della Sanremese. Una mescolanza di emozioni che si sono concretizzate poco oltre la vittoria ottenuta a Borgaro Torinese, località dove la Calcio Lecco 1912 ha ottenuto una promozione in Serie C attesa da sette anni; tanti ne sono passati dal tragico play-out perso a Mantova: 2499 giorni di attesa, tra boutade, un fallimento, una salvezza presa per i capelli dagli eroi guidati da Bebeto Bertolini, un paio di campionati di transizione, occasioni cestinate con parecchio rammarico e tanta, tanta voglia di venire fuori dall’inferno della quarta serie nazionale.

Una volta appreso di aver raggiunto l’obiettivo, il Lecco ha dato più o meno lo stesso spettacolo a cui ci ha abituati con il pallone tra i piedi. Giancarlo Lisai e Ivan Merli Sala sono un’iradiddio, D’Anna, pugliese come il numero uno, e Fall scortano il presidente Di Nunno armato di mate al di sotto della Curva, i portieri, che fanno sempre un po’ storia a sè, festeggiano in particolar modo con il loro preparatore Locatelli. C’è anche la gioia degli under, gruppo nel gruppo che ha dato tutto ciò che ci si aspettava e probabilmente anche qualcosa in più.

Ma, chiaramente, c’è spazio anche per la gioia del doc Blaseotto, del vicepresidente Gino Di Nunno, del dg Maiolo, di mister Gaburro, del coordinatore tecnico Brambilla, del viceallenatore Boffetti e del “viceprof” Brambilla, del magazziniere Bonacina, del segretario Cecconi, del commercialista Micheli e dell’assessore Nigriello. Distaccato, ma visibilmente emozionato, anche Angelo Gandin: chiuderà (per davvero stavolta) da vincente, un premio alla carriera per una persona squisita e incapace di dire una parola fuori posto.

La festa al rientro in città

Dopo un lungo e chiassosissimo viaggio, tra birre e canzoni cantate a squarciagola sul pullman e in autogrill, il Lecco ha trovato un centinaio di persone ad attenderlo in piazza Cermenati, sede dell’improvvisato assaggio di festa promozione. Per motivi di ordine pubblico, la Questura ha respinto la richiesta di aprire lo stadio per l’occasione, di conseguenza bisognerà attendere il post Lecco-Milano City per procedere con la “vera” baldoria. In ogni caso, tra torce e cori, è stato dato il “via” al potenziale mese di festeggiamenti, meritatissimi dopo una stagione del genere. Scioltosi il gruppo, parte della squadra si è ritrovata a Pescarenico per una cena prima del “rompete le righe” che verrà mantenuto in vigore fino a mercoledì pomeriggio. Ci saranno ancora cinque partite e la Poule Scudetto da onorare fino in fondo: sicuri che questa squadra abbia saziato la sua fame?

Le foto della festa a Borgaro Torinese

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio