Seguici

Basket

La Carpe Diem Calolzio cade a Milano ma rimane in vetta

La squadra di Angelo Mazzoleni battuta dalla Social Osa, guidata in campo da un immarcabile Angiolini decisivo anche a 46 anni. La sconfitta lascia i calolziesi in testa al girone di C Silver

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Al Palaiseo di Milano la Carpe Diem Enginux Calolzio torna sconfitta da Social Osa in una partita sempre in affanno. La condizione psico-fisica dei ragazzi di coach Angelo Mazzoleni sembra diventata precaria e i giovani milanesi ben orchestrati dal 46enne Alberto Angiolini hanno facilmente la meglio sulla capolista. Carpe Diem inizia schierando nel quintetto-base Zambelli, L. Meroni, Rusconi, Floreano e Bonacina. Social Osa risponde con Angiolini, Lucchini, Finzi, Di Bernardini, Michelori.

La fase di studio dura fino al 6′ (10-8), con i milanesi che non sbagliano un colpo ben guidati dall’immarcabile Angiolini e con capitan Di Bernardini. Calolzio risponde con Bonacina (4 punti per lui) e Rusconi. Gli ultimi due minuti del tempo sono contraddistinti da un parziale di 7-3 per milanesi (17-11 al 9′). A fine tempo il tabellone segna 17-13.

Il secondo quarto sembra in linea con il precedente, Angiolini con una tripla porta +7 Social Osa (22-15), Ferrario risponde con quattro punti filati, e Michelori riallunga sul 26-17 del quarto minuto, ma subito dopo l’esperto giocatore si fa prendere dal nervosismo al fischio del suo terzo fallo mandando per aria le sedie della panchina. Ovvia espulsione. I tre tiri liberi di Porro fanno avvicinare Calolzio che spreca più di un’occasione per il riaggancio: (29-28 al 7′ e 31-10 al 9′). Ma per Calolzio l’ultimo minuto, come spesso succede, è fatale: Angiolini, Sebastiani e De Marzi confezionano un 6-0 che manda negli spogliatoi i milanesi avanti di sette: 37-30.

Rientro sul parquet con Enginux che piazza un break di 4-9 con tripla di Rusconi a metà quarto sul 41-39. Provano ancora i calolziesi ma la lucidità non è amica e la partita rimane aperta. Ultima frazione con Enginux che ritenta almeno il pareggio e un break di 4 punti li porta al meno due, 47-45 dopo due minuti. La distanza rimane tra uno e due possessi e a due minuti dal termine, sotto di cinque, coach Mazzoleni chiama minuto per trovare il bandolo di una partita nel complesso sino a quel momento in continua rincorsa. Nella serata milanese Enginux si deve arrendere, per la gioia del pubblico meneghino che festeggia la vittoria 61-52. Nulla comporta nella classifica con Enginux sempre al comando ma ora a solo una partita di scarto sulle due inseguitrici Rovello e Busnago.

Il tabellino Enginux Carpe Diem Calolzio: Butti 6, Zambelli 5, Meroni 6, Pirovano ne, Ferrario 6, Fontana, Rusconi 14, Garota ne, Porro 3, Floreano 4, Bonacina 6. All. Mazzoleni Ass. Cocco

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Basket