Seguici

Altro

Lecco Sport Experience: il “Bione” torna a ribollire per il lungo mese della rassegna

Parecchie le realtà sportive del territorio che sono e saranno coinvolte all’interno dell’iniziativa. Spazio non solo agli sport “maggiori”

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 9 minuti

Da domenica 5 maggio a domenica 2 giugno al centro sportivo comunale “Al Bione” va in scena una seconda (e potenziata) edizione di Lecco Sport Experience, la rassegna sportiva organizzata da una cordata di realtà sportive del territorio trainate dalla Maratone del calcio, dalla Pallavolo Picco Lecco e dal Rugby Lecco, in collaborazione con il Comune di Lecco e con Sport Management. Tra i media partner anche Lecco Channel News.

Nel dietro le quinte di Lecco Sport Experience diverse federazioni, FIR, FIP, FIPAV, FIDAL, CSI Lecco e varie società come Basket Lecco, Atletica Lecco, Circolo della Scherma Lecco, Tennis Club Lecco, Società Canottieri Lecco, Panathlon Lecco, Centro Danza & Movimento, Marco Brusadelli Fitness Coach, Commandos Brianza, Fighters Factory, Associazione Memorial Matteo Pensotti e Associazione Lariana Donatori di Sangue Emocomponenti e Midollo Osseo.

Domenica 5 maggio alle 10 sono in programma l’inaugurazione e l’inizio delle attività con il concentramento di volley S3 e l’amichevole selezione provinciale under 13 di basket. Lecco Sport Experience proseguirà poi con un programma ricco e variegato, che abbraccerà numerose discipline sportive, pallavolo, basket, calcio, fitness, rugby, football americano, scherma, danza, atletica, tennis, con un occhio anche per i più piccoli con i tornei di minirugby, minivolley e minibasket. Un intero mese che trascorrerà all’insegna dello sport e dei suoi valori e culminerà il 2 giugno con i festeggiamenti della XVI Giornata Nazionale dello Sport, ideale conclusione della manifestazione, in cui si terrà anche la finale regionale under 13 femminile di pallavolo.

Lecco Sport Experience: i commenti dei protagonisti

«Collaboriamo con piacere per il secondo anno consecutivo a questa importante rassegna sportiva – spiega l’assessore Nigriello -. Un mese intenso di eventi e appuntamenti con un programma più fitto rispetto allo scorso anno, che comprenderà anche momenti di assoluto rilievo come la finale regionale U13 femminile di pallavolo. Lecco Sport Experience è la dimostrazione che il tessuto sportivo lecchese sa fare rete».

«La presenza sul territorio è importante, dobbiamo aiutarci tutti – spiega Andrea Quintavalla, neo direttore del centro sportivo “Al Bione” -. Con l’assessore Nigriello mi sono detto che dobbiamo darci una mano, perché il centro è importante per la città e per il territorio, solo con il supporto reciproco possiamo superare le criticità che ci sono».

Al tavolo sono presenti tutti i rappresentanti delle federazioni. Massimo Sala, Presidente Fipav Milano-Monza-Lecco: «I tornei di pallavolo S3 saranno senza classifica, non è importante chi vince ma il giocare». Fausto Degrada, Delegato provinciale Fip: «L’idea è sicuramente da portare avanti in futuro, poichè il mese dello sport promuove tutte le discipline. Il Basket Lecco ha fatto da traino, come federazione abbiamo dato il nostro supporto indiretto. La nostra volontà è anche quella di allargare la partecipazione a un numero maggiore d’istruttori». Alessandro Manzoni, Delegato provinciale Fir: «Sono orgoglioso di vedere che una società di Lecco che partecipa a un evento così importante. Il rugby ha bisogno del “Bione”, è forse l’unica squadre che vive per il centro sportivo». Giovanni Colombo, Delegato provinciale Figc: «Finalmente tutte le società sportive di Lecco si ritrovano in un mese di attività, questo mese di maggio è una vera e propria polisportiva. Non c’è solo il calcio da giocare, tutti gli sport sono uguali, i ragazzini vanno indirizzati sulle attività nel loro complesso. Sono veramente contento di questa manifestazione, voglio ringraziare il Comune di Lecco e specialmente l’assessore Nigriello. Spero che l’anno prossimo si giochi su campo in sintetico e nuovi spogliatoi».

Luca Dossi, Presidente e organizzatore “Maratone del Calcio”, giunta alla settima edizione: «Premetto che questa manifestazione era stata voluta insieme al sindaco Virginio Brivio. Quest’anno riusciamo a portare anche boxe, danza, moto cross, scherma, tennis, football americano e delle lezioni aggiuntive. Riusciamo ad aggregare e a fare sport all’interno della nostra città, questo mese è l’espressione di ciò che abbiamo voluto realizzare e che stiamo consolidando».

Carlo Redaelli, DS Rugby Lecco: «Benvolentieri abbiamo partecipato a questa proposta, mettendo in campo la nostra esperienza e tradizione. Il nostro momento clou sarà quello del 19 maggio, con il terzo trofeo “Paolo Boazzo”, 15esimo trofeo “Città di Lecco” riservato ai ragazzini dai 5 ai 13 anni, inserito nell’elenco dei trofei d’interesse nazionale. E’ comunque un momento osservato da tante realtà nazionali, difatti avremo squadre da Piemonte, Veneto e Toscana e abbiamo chiuso le iscrizioni a febbraio, portando in città e in campo circa novecento ragazzini. Altro evento importante sarà il “touch dei bar”, che vuole avvicinare alla disciplina anche chi è neofita».

Maurizio Longoni, vice-presidente del Comitato Provinciale FIDAL Como-Lecco : «Maggio è il nostro mese clou, è quello in cui inizano i campionati. In pista metteremo il campionato provinciale Under 13 e 14; quello che possiamo fare questo mese è limitato, ma abbiamo dato il nostro contributo. Speriamo di portare qualcosa di più interessante, magari un campionato regionale, con la pista nuova».

Gianfranco Milano, coach della Pallavolo Alberto Picco Lecco: «Quest’esperienza di pallavolo significa tanto per noi, perchè quello che ho notato è che c’è poca qualificazione sul territorio. E’ un’esperienza che permette il confronto, è importante che venga sviluppato questo aspetto. La parte finale del mese ha in calendario le finali regionali giovanili, punto di altissima qualità che è difficile vedere spesso su tutto il territorio. La Picco è molto contenta di questo, il prossimo anno sarebbe bello mettere in calendario dei momenti di confronto tra gli allenatori».

Giovanni Dossi, organizzatore della “Coppa del Lago” di calcio: «Il nostro è un torneo giovanile serale organizzato per le categorie Giovanissimi, Allievi ed Esordienti. E’ stata un’esigenza delle realtà territoriali, era difficile trovare un centro sportivo che ospitasse un torneo importante. Avremo in campo 48 squadre, per una trentina di società iscritte. Ospiteremo anche squadre di livello regionale, alzando l’asticella rispetto alle edizioni precedenti».

Florinda Rotta, DS Basket Lecco: «Abbiamo pensato di metterci in prima linea, organizzando la manifestazione con un occhio di riguardo verso le nostre giovanili. Nelle nostre volontà c’è anche quello di realizzare un All Star Game, mischiando i ragazzi delle varie realtà in squadre miste, creando delle nuove sinergie».

Alessandro Bonacina, Delegato Provinciale Coni: «State facendo una cosa bellissima per il territorio lecchese, lo sport fatto in questa maniera è un valore aggiunto che dà molta importanza a tutti i volontari che si prodigano in città. Un grosso “in bocca al lupo” a tutte le realtà coinvolte».

Giuseppe Castelnuovo, presidente Alde (Associazione lariana donatori di sangue emocomponenti e midollo osseo): «Sosteniamo da anni le attività sportive, tra cui le gare di corsa in strada e in montagna, con particolare attenzione a questi eventi. Agli atleti viene chiesto uno “sforzo” attraverso la donazione. Ci siamo e ci saremo per portare avanti lo sport».

Ermanno Pensotti, papà dello scomparso Matteo e presidente dell’associazione a lui dedicata: «Grazie agli organizzatori della “Coppa del Lago”, è sempre bello essere ricordati durante questa manifestazione. Per noi è un momento in cui conoscere, ricordando che tutto ciò che facciamo è volto alla raccolta fondi per la Borsa di Studio del Politecnico di Lecco. Siamo spronati da ricordi, emozioni e dalla consapevolezza di fare la cosa giusta».

Paolo Arco, direttore del Tennis Club Lecco: «Abbiamo aderito con piacere a questa iniziativa, vogliamo fare conoscere il nostro sport. Non faremo dei tornei, ma faremo conoscere il nostro sport ai bambini nel modo più semplice possibile. Vogliamo uscire dal nostro orticello, rendendo il tennis molto visibile».

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Altro