Seguici

Altro

Be Strong – BFR (Blood Flow Restriction): una nuova metodica di allenamento

Ogni mese affrontiamo una tematica diversa grazie ai consigli di Medinmove, studio di fisioterapia, osteopatia e preparazione sport-specifica di via Lorenzo Balicco, Lecco

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 5 minuti

BeStrong: di cosa si tratta?

BFR (Blood Flow Restriction) o BeStrong, è un’innovativa apparecchiatura che può essere utilizzata sia in ambito riabilitativo che di allenamento, con lo scopo di stimolare il rinforzo muscolare tramite movimenti a bassa intensità e basso carico di lavoro. BFR consiste in fasce regolabili e gonfiabili tramite uno sfigmomanometro, la cui unità di misura è il millimetro di mercurio (mmHg), che possono essere applicate sia sugli arti superiori (in prossimità della parte superiore del bicipite brachiale), che in quelli inferiori (appena al di sotto della linea glutea).

Lo scopo è quello di bloccare il ritorno venoso degli arti e di ridurre la circolazione delle arterie brachiale e radiale negli arti superiori e dell’arteria tibiale posteriore in quelli inferiori.

Perchè BeStrong è considerato un’innovativa forma di allenamento?

Normalmente, per poter far crescere un muscolo in Forza e Volume, utilizziamo esercizi a medio-alta intensità (es.: HIIT training) che portano la muscolatura a lavorare in stato anaerobico. BFR (BeStrong) vuole riproporre il processo fisiologico che porta all’ipertrofia, ovvero alla crescita del muscolo, ma riducendo il carico e l’intensità dello sforzo.

Chi può utilizzare Be Strong?

BeStrong è indicato per:CONTROINDICAZIONI all’uso di BeStrong:
Persone con atrofia muscolare post operatoria opost infortunio
Persone che necessitano di trattamento manuae
Atleti in off season o che vogliono mantenere lo stesso tipo di allenamento ma prevenire “tissue damage o shear forces”.
Chiunque voglia aumentare massa muscolare e forza
Disordini cardiovascolari e vascolari periferici
Gravidanza Persone a rischio di trombosi
Ipertensione

Perché utilizzarlo?

Ad oggi Be Strong rappresenta un’innovazione sia in ambito sportivo, sia in ambito curativo nella gestione del dolore e nel recupero da atrofia.

BFR e il rinforzo muscolare

Ridurre il flusso sanguigno mentre si eseguono determinati esercizi rappresenta un’innovazione, perché permette di introdurre il rinforzo muscolare in quelle situazioni dove il classico allenamento intensivo di non può essere utilizzato, permettendo una ripresa più veloce senza rischi. BeStrong infatti può essere inserito nei programmi di recupero post infortunio, dando la possibilità di iniziare un percorso di rinforzo più intenso fin da subito, rispettando i processi fisiologici di guarigione.

A livello riabilitativo ci sono studi che hanno utilizzato BeStrong in diversi ambiti.

Applicazione di Be Strong in:
Esiti di ricostruzione ACL
Esiti di intervento di Menisectomia
Sindrome femoro-rotulea
Instabilità cronica caviglia Osteoartrosi (OA)  

Nell’ambito sportivo invece, Be Strong può intervenire soprattutto quando gli atleti, in un periodo di off season, vogliono riprendere più velocemente allenamenti ad alta intensità ma senza sovraccaricare le articolazioni.

BFR e la gestione del dolore

BeSrong non nasce solamente come aiuto per stimolare l’ipertrofia muscolare ma dà ottimi risultati anche nell’ inibizione del dolore. BeStrong può dunque essere utilizzato in un programma di rieducazione neuromuscolare anche con l’obiettivo di migliorare la mobilità articolare. BFR potrebbe essere inserito prima di un trattamento manuale per ridurre l’atteggiamento antalgico di protezione (paura del dolore e del movimento) del paziente. In questo modo si può raggiungere una maggior tolleranza alle mobilizzazioni (ad esempio in una patologia come la  capsulite adesiva o spalla congelata).

BFR e la corsa

Vi sono prove che l’allenamento di resistenza con BFR potrebbe essere in grado di migliorare la potenza muscolare, la velocità di corsa e la resistenza.

BFR in acqua

In un’ottica di ricondizionamento post chirurgico/infortunio o da allettamento prolungato può essere interessante unire BFR con l’idrokinesiterapia, o anche nella gestione di patologie come l’artrite reumatoide o l’osteoartrosi. BeStrong permette di dosare la giusta quantità di carico per facilitare la progressione del ricondizionamento.

Conclusione

BeStrong è in continua evoluzione, emergenti studi stanno dimostrando il forte impatto che può avere nell’inibire la percezione del dolore e quindi permettere l’esecuzione dell’esercizio ed attivare un rinforzo precoce, riducendo i tempi di inattività. Be Strong è una nuova e utile strategia di allenamento:

  • Per chi non può allenarsi con carichi eccessivi.
  • Per ridurre uno stato di atrofia muscolare
  • per chi è stato allettato a lungo,
  • post gesso o infortuni di tipo muscolo-scheletrico.
  • in combinazione con esercizi aerobici a bassa intensità che risultano migliorare l’ipertonia muscolare.

MEDinMOVE
Via Balicco 109, Lecco
0341 1581562
www.medinmove.it

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Altro